Perché io amo Dublino… e i 20 motivi per cui tu dovresti visitarla

visitare dublino motivi

20 motivi per visitare Dublino tra cose da vedere, cose da mangiare e chicche sconosciute… con gli occhi di una local!

Vale la pena visitare Dublino? Ma davvero Dublino è così bella? Non so, a me Dublino non sembra tanto Irlanda, voglio passarci velocemente e poi andare ad esplorare le zone interne. A Dublino piove sempre! A Dublino la gente va solo al pub! Se scorro la lista delle domande che quotidianamente ricevo su Dublino e sull’Irlanda, queste sono sicuramente quelle che la fanno da padrone. Dublino è infatti diventata meta di turismo di massa da qualche anno ma viene di solito utilizzata come base di passaggio per poi spostarsi verso le zone naturalistiche più conosciute oppure viene vissuta solo per la sua vita notturna, tra le più “interessanti” d’Europa. Sono arrivata in questa città quasi 10 anni fa dopo averla frequentata per tanti tanti anni, avevamo deciso di restare solo un mese, poi sei poi non siamo andati più via; abbiamo trovato la nostra casa, ci siamo innamorati della città e continuiamo ad innamorarcene ogni giorno che passa. Io letteralmente amo Dublino e per questo ho pensato di raccontarti perché, secondo me, dovresti visitare la città dandoti il punto di vista di chi questa città ha deciso di chiamarla casa.

Alla fine dell’articolo ti chiederai sicuramente: insomma, è tutto così perfetto a Dublino? No, così come nulla è perfetto in nessuna parte del mondo ma se scegli di visitare Dublino probabilmente i difetti non avrai bisogno di vederli e ti basterà vedere i pregi di una città che sa inventarsi e reinventarsi di continuo e che, oggi, è tra le più amate e le più visitate in assoluto. Se oggi decidessi di trasferirti qua, onestamente ti consiglierei di non farlo ma questa è un’altra storia.

“When I die, Dublin will be written on my heart” – James Joyce

Perché io amo Dublino… e i 20 motivi per cui tu dovresti visitarla

Gente di Dublino

Gli irlandesi sono considerati, a buon ragione, uno tra i popoli più cordiali e, per questo motivo, anche più felici in Europa e nel mondo. La proverbiale accoglienza irlandese non è una leggenda ma realtà, e ti basterà camminare per le strade di Dublino (o di qualsiasi altra città irlandese) per renderti conto di ciò; se stai camminando e sei un po’ spaesato, qualcuno si fermerà a chiederti da dove vieni e se hai bisogno di aiuto, se entri al pub e ordini una birra e si accorgono che non sei del posto, si avvicineranno e inizieranno a parlare, e così via. La cordialità e la gentilezza degli irlandesi sono un plus da non sottovalutare…

St. Patrick's Day parade

I legami con la letteratura

In ogni angolo di Dublino troverai legami forti con la letteratura: James Joyce, Jonathan Swift, Samuel Beckett, Oscar Wilde e la più recente Maeve Binchy sono solo alcuni degli esempi di scrittori che hanno raccontato Dublino o che si sono ispirati a Dublino per narrare le proprie storie. Il Bloomsday è una delle giornate più belle per essere a Dublino.

Davy Byrne Dublin

Il cibo irlandese

Nell’immaginario collettivo in Irlanda ci si nutre solo di patate, stufati e pesce ma lo sai che negli ultimi anni la cultura enogastronomica è diventata importantissima e oggi rappresenta uno dei grandi vanti di questa terra? Chef esordienti iniziano a farsi largo a livello internazionale, importanti manifestazioni legate al cibo si tengono ogni anno in Irlanda, i ristoranti sperimentano ma sempre seguendo la politica del vero Km zero, ovvero ingredienti locali e stagionali. Se se sei alla ricerca di cibo non irlandese, a Dublino avrai davvero pane per i tuoi denti: la scelta di ristoranti e locali dove mangiare è ampissima e la qualità alta, basta solo saper scegliere. Il burro irlandese merita una menzione a parte: dimenticati del burro che hai mangiato finora e riempiti lo stomaco di burro irlandese. Cremoso, salato, corposo: dubito si possa tornare a del burro normale, alla fine di una vacanza a Dublino e in Irlanda.

mangiare a kilkenny

Il mare a due passi

Dublino è adagiata sul mare. Quando le cose vanno male, quando vuoi scappare dalla confusione, quando vuoi sentirti bene ti basta scendere e in pochi minuti sei al mare. O almeno, a me basta scendere da casa e arrivare in pochi minuti in riva al mare. E se non ho voglia di arrivare al mare, mi godo il fiume che le città con il fiume sono sempre più belle.

mare dublino

La musica tipica

Dimenticati di Temple Bar e lasciati affascinare da uno dei tantissimi pub locali (si dice che a Dublino ci siano ben 365 pub, uno per ogni giorno dell’anno!) dove viene suonata musica tradizionale dal vivo. Le seisiun con i musicisti locali, lontane dal frastuono dei pub per turisti, e i pub tradizionali sono ancora uno dei grandi vanti di Dublino.
irish music

La Storia d’Irlanda

Dublino è portatrice sana di Storia, la Storia di una nazione e delle sue persone. Ancora oggi l’identità nazionale è difesa strenuamente e i monumenti di risonanza storica, legati ai movimenti per l’indipendenza, sono conservati in maniera eccellente. Da non perdere sicuramente Kilmainham Gaol, la prigione dove furono imprigionati i dissidenti durante la guerra per l’indipendenza, e il più famoso ufficio postale in O’Connell Street, da dove partirono i movimenti per l’indipendenza.

Gli U2 e la musica internazionale

Dublino è gli U2 e gli U2 sono Dublino: un legame forte, contraddittorio e spesso contrastato dagli stessi irlandesi ma che, volente o nolente, è parte della città. Maggiori informazioni qui.

east dublin

Teatri sperimentali e classici

La tradizione letteraria e musicale della città si traspone anche a livello teatrale: in città l’offerta teatrale è ampia e variegata e sicuramente alle performance classiche che si tengono per esempio al Gaiety Theatre, si affiancano le performance sperimentali dell’Abbey Theatre, da sempre fulcro delle attività culturali di Dublino.

La facilità di accesso alla natura… anche in città

A meno di 30 minuti di DART, o treno veloce, si raggiungono posti stupendi che possono essere visitati in un solo giorno. Howth con le sue scogliere, Bray e la sua baia, Wicklow e Glendalough per citarne solo alcuni: puoi affittare una macchina oppure spostarti con i mezzi pubblici e lasciarti ammaliare dalla vera natura irlandese a pochi passi da Dublino. E anche in città ci sono tantissime occasioni di stare a contatto con la natura: c’è Poolbeg, c’è il fiume Liffey, ci sono i parchi. Insomma, che altro chiedere di più?

poolbeg lighthouse

I Liberties e i quartieri popolari

A Dublino esistono zone non ancora toccate del tutto dalla modernità e dalla frenesia: è il caso dei Liberties, la zona a Nord che si caratterizza per le sue strade acciottolate, le case basse e le vecchie architetture industriali di un tempo. E’ la zona popolare di Dublino, quella che oggi viene tenuta in vita da tante associazioni di volontariato e di quartiere che fanno in modo che tutta quest’area venga valorizzata senza essere per questo motivo privata della sua identità. E’ qui che si sta sviluppando tutta una rete di nuove e artigianali distillerie di whiskey che stanno riportando in auge i fasti dell’Ottocento, quando l’Irlanda era produttrice ed esportatrice mondiale di whiskey.

Christchurch

Creatività a tutto più

Musica, letteratura, arte e creatività a tutto tondo: Dublino è fucina di talenti in diversi settori. Il Creative Quarter, nella zona di Powerscourt e dietro, è da lasciare senza fiato.

Il senso di comunità, lo sport e gli sportivi

Non si vive di solo calcio e gli irlandesi lo sanno bene: il calcio gaelico e il rugby sono i due sport d’eccellenza in questa città e in tutto il Paese. Il calcio gaelico, nello specifico, è lo sport nazionale: è praticato dai bambini e anche dalle bambine, e tutti i giocatori lo fanno in maniera volontaria senza percepire neanche un euro. Utopia? No, spirito di comunità. Una partita al Croke Park è semplicemente imperdibile.

Street Art ovunque

C’è street art ovunque a Dublino e il movimento cresce giorno dopo giorno: nella zona di Camden, nei Liberties, nelle zone meno conosciute di Temple Bar (Love Lane). La città ispira la creatività, alla faccia di chi dice che è tutto sempre grigio!

U2 Wall

Il cielo d’Irlanda

Dopo anni di vita irlandese, posso dire con certezza che non esiste cielo più bello di quello d’Irlanda. Tramonti ed albe sono fantastici a Dublino e rendono giustizia ad una città colorata nonostante il meteo.

Tramonto Dublino

La semplicità delle piccole e delle grandi cose

Puoi girare Dublino a piedi, senza alcun bisogno di spostarti con i mezzi o in taxi o in macchina: se ti sembra una cosa di poco conto, pensa solo a quanto è difficile muoverti a piedi a Londra dove per arrivare da un punto all’altro della città impieghi ore. O a Roma. O a Milano.

Parchi, parchi, parchi a volontà

Dal centrale Stephen’s Green al più lontano Phoenix Park, senza dimenticare Merrion Square e lo sconosciuto Iveagh: Dublino pullula di parchi dove passeggiare, rilassarsi, prendere il sole quando il sole fa capolino. Non sottovalutare l’importanza di un parco quando visita una città: ad un certo punto ti sarai stancato/a di camminare sul cemento e avrai bisogno di verde!

stephen's green dublin

La Guinness

Inutile dire che la Guinness è un altro dei motivi per cui Dublino va visitata: non la Guinness della Storehouse, o comunque non solo la Guinness della Storehouse, ma la Guinness della popolazione, quel feticcio che da secoli è parte della cultura irlandese e dublinese scrivendone le sorti. La Guinness è parte di Dublino e Dublino è parte della Guinness… non importa se oggi è una multinazionale perché la “black stuff” sarà sempre la rappresentazione di una società forte e sanguigna, che con un sorriso riesce a sdrammatizzare anche le situazioni più spiacevoli.

spillatura guinness fase 4

L’esaltazione del “locale”

Nonostante sia una città multietnica e, oggi, multiculturale, il legame di Dublino con l’Irlanda è fortissimo e sono sempre di più le iniziative volte a valorizzare i prodotti locali, siano essi enogastronomici o artistici, o qualsiasi altra cosa. Un modo per restare attaccati alla tradizione nonostante i tempi che cambiano.

Le chicche nascoste

Dublino è piena di locali e posti nascosti, che si scoprono solo vivendoci (ecco perché devi seguirci: perché noi le sappiamo queste cose!): esiste un club vintage privato dove assaporare cocktail immersi nell’atmosfera degli anni Cinquanta, ogni giorno si tengono letture dell’Ulisse di Joyce allo Sweny’s, il calendario è fitto di eventi teatrali e culturali “off the radar”. Insomma, l’apparenza inganna davvero…

Sweny’s Dublin

Puoi fare tante cose… senza spendere un euro

Dublino è costosa ma con un po’ di organizzazione puoi fare tante cose fantastiche senza spendere neanche un euro. Leggi la mia guida (in inglese) con le 21 cose gratuite che ti consiglio a Dublino.

Ovviamente, oltre ai 20 motivi che ti ho elencato ne esiste uno imprescindibile: a Dublino ci sono tante cose da vedere e puoi scoprirle tutte qui.

Ti è venuta voglia di partire?

 

Perché sappiamo darti questi consigli su Dublino e l’Irlanda, da veri esperti del luogo? Perché ci siamo trasferiti a Dublino da parecchio tempo e lavoriamo nel settore del turismo per cui aiutiamo i turisti che vogliono organizzare un viaggio in Irlanda.
Seguici anche sui social: ci trovi su Instagram (Veru e Giuseppe), su Facebook, Twitter e YouTube. Se hai bisogno di altre informazioni contattaci via email e saremo felici di rispondere alle tue domande e di aiutarti se vuoi venire a Dublino e in Irlanda e stai cercando tour personalizzati, idee di viaggio o semplicemente dei consigli.

[Tutte le foto sono di Giuseppe, anche lui a Dublino e disponibile per maggiori informazioni su tour fotografici o consigli su dove scattare fotografie a Dublino. Tutto il materiale è coperto da copyright]