3 giorni a Salisburgo in primavera ed estate

3 giorni a Salisburgo

Salisburgo è una delle città meglio conservate in Europa ed è anche per questo motivo che è stata dichiarata Patrimonio dell’Unesco, un vero gioiello difficile da non amare. Che sia per il cioccolato o la birra, la natura o l’atmosfera rilassante e classica, Salisburgo ha qualcosa per tutti. Ideale per un fine settimana ma anche per una vacanza più lunga in primavera o in estate, ti permette di combinare molte attività senza assolutamente correre; è una piccola città, quindi se hai bisogno di un posto dove rilassarti direi che Salisburgo è perfetta.

Un fine settimana o, meglio ancora, un weekend lungo ti dà il tempo di visitare Salisburgo senza correre, combinando diverse attività e rilassandoti.

Detto questo, se hai più tempo puoi sempre includere Salisburgo in un tour più completo dell’Austria che includa anche una visita a Vienna: ricorda che Vienna è più grande quindi passerai più tempo in città, mentre Salisburgo è più piccola e quindi offre più opportunità per esplorare la campagna e le aree circostanti (una cosa che per me è fondamentale quando viaggio). Inoltre, se vuoi davvero godere della bellezza di Salisburgo, avere più tempo a disposizione ti permetterà di godere di ogni momento, sia in città che fuori.

Ma supponiamo che tu abbia 3 giorni per visitare Salisburgo: questo è il mio itinerario per te con suggerimenti su dove mangiare, cosa fare, cosa vedere e dove dormire. È fortemente incentrato su cibo e natura che sono gli elementi principali in tutti i miei viaggi.

Ti suggerisco di arrivare la sera prima, concedendoti dunque tre giorni interi per scoprire la città e partire più tardi l’ultimo giorno o partire il giorno dopo, per lo stesso motivo; ovviamente questo itinerario e questo programma sono solo un suggerimento e puoi modificare l’ordine dei giorni in base alle tue esigenze (per esempio, se hai un volo o un treno tardi il terzo giorno, presumo che non vorrai arrivare in aeroporto o in stazione sudato , quindi la mossa migliore sarebbe quella di visitare la città di Salisburgo l’ultimo giorno del tuo soggiorno).

3 giorni a Salisburgo: cosa fare, vedere, il cibo da assaggiare e i consigli per te

Giorno 1 – Salisburgo

Salisburgo è la città natale di Mozart e chiaramente la città è legata a lui in maniera indelebile. Ma è anche la città in cui è stato filmato il film premio Oscar Tutti Insieme Appassionatamente con Julie Andrews e, onestamente, anche se non sei un fan del musical, è difficile non innamorarsi dei molti posti usati come location.

La città è facile da visitare a piedi e ti consiglio di acquistare una Visitor Card che ti permetterà di accedere ai musei, di avere i trasporti pubblici gratuiti incluso l’ascensore che ti porterà in cima alle montagne che circondando la città: inizia il tuo tour al Mirabelle Park e qui dovrei davvero consigliarti di visitare il Palazzo. In realtà, in primavera e in estate io preferisco sempre stare fuori, quindi ti consiglio una passeggiata nel parco che offre fantastici scorci e ti permette di goderti una passeggiata in un ambiente splendido. Scatta una foto o inizia a correre come un forsennato (hai capito la citazione, vero?), fermati a prendere un caffè nell’adiacente caffetteria o passeggia nel parco ammirando l’architettura classica: se ti piace l’arte, vai al sito ufficiale di Salisburgo e troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Mirabell Salzburg

Dal Mirabelle Park, arriverai al famoso Bristol Hotel (la sua architettura classica è particolarmente ricca e l’interno è così vintage che fermarti per un caffè o un cocktail può essere un’ottima idea, la casa natale di Mozart e l’Opera. Girando a destra arriverai al Ponte Makartsteg, conosciuto anche come Ponte dei lucchetti dell’amore: da qui si ha la vista (quasi) completa della città e del Castello e in una giornata di sole i colori sono magici. Attraversa il ponte e sarai nel centro di Salisburgo: ti basterà girovagare per innamorarti di questa città, caratterizzata dalle insegne dei negozi in stile antico, i caffè che servono caffè e dolci incredibili e le palle di Mozart ovunque. Due punti meritano una menzione: il Mönchsberg e il Castello.

Salzburg Mönchsberg
La vista dal Castello

Sia il castello che il Mönchsberg ti daranno l’opportunità di ammirare Salisburgo dall’alto, ma da due punti di vista diversi: se ami la fotografia, prova visitare entrambi o almeno uno dei due al tramonto.

Salzburg view
La vista dal Mönchsberg

Giorno 2 – Tour delle birrerie

La birra è un elemento primario della cultura a Salisburgo e se vuoi davvero saperne di più su questa città, hai davvero bisogno di abbracciare la cultura della birra. Ti consiglio di noleggiare un’auto con un autista privato per un giorno in modo da poter organizzare il tuo tour alla scoperta delle birrerie locali senza preoccuparti di quanto bevi (puoi anche prenotare un tour organizzato privatamente). I seguenti sono alcuni dei birrifici che consiglio: ce ne sono molti di più, ma il tempo è un elemento importante da considerare quando visiti dei birrifici altrimenti dovrai correre troppo e non riuscirai a goderti neanche uno di questi.

Il birrificio più antico della città di Salisburgo è anche il più grande birrificio privato austriaco, Stiegl, la birra che ancora oggi rappresenta Salisburgo e la più bevuta in città. Die WEISSE, fondata nel 1901, usa ancora ricette antiche.

Stiegl Brewery

La Trumer Privatbrauerei è una birreria a conduzione familiare che si distingue per birre particolarmente creative e per il suo processo di fermentazione aperta.

Trumer

Il birrificio Gusswerk è il primo birrificio biodinamico al mondo e produce una birra biologica di prima qualità. La natura è anche parte delle Beers of Wilderness di Axel Kiesbye, proprietario della Bierkulturhaus di Obertrum, che prepara birre aromatizzate con menta di montagna, ginepro e ciliegie.

Se ti piacciono i piccoli birrifici e hai ancora un po’ più di tempo, dovresti visitare S’Kloane Brauhaus a Salisburgo, Raggei-Bräu ad Anthering, Landgasthof Allerberger a Wals e ancora Isi-Bräu e Zum Fassl a Grödig il più piccolo birrificio di birra a Salisburgo.

Bierkulturhaus

Se ti piace abbinare birra e cibo, questi sono alcuni dei luoghi in cui puoi sperimentare abbinamenti creativi e incredibili. Ogni anno, infatti, i ristoranti che servono birra locale vengono premiati per essere particolarmente attenti alla creazione di menù tradizionali utilizzando ingredienti locali e stagionali da abbinare proprio alla birra; se sei a Salisburgo nel 2018, questi sono i posti che hanno vinto un premio (ho messo una stella accanto al locale che ho amato di più):

Fuxn – Salzburger Volkskultur
Die Weisse **
Stieglbrauerei zu Salzburg
Beffa Bar

Day 3 – Natura

Sveglia presto la mattina e vai a esplorare la splendida campagna intorno a Salisburgo. Puoi prendere una bici classica, una e-bike o, se sei più come me, camminare e camminare. C’è una quantità enorme di sentieri tra cui scegliere, ma per un assaggio della natura austriaca ti consiglio il seguente

Sulla tua strada, i tuoi occhi saranno circondati da un bellissimo paesaggio, con laghi, montagne, uno Schloss (antica residenza), lo zoo e altro da scoprire.

Ricordati che lo scopo finale è mangiare: quindi resisti, resisti, resisti!

Austria Mountains

Una volta raggiunta la cima, fermati a pranzo presso l’Hofbräu Kaltenhausen, il più antico birrificio del paese, fondato dai principi arcivescovi di Salisburgo nel 1475, e assicurati di non partire senza aver assaggiato (almeno) una birra locale. Torna a Salisburgo seguendo lo stesso percorso o uno diverso.

Kaltenhausen

Una volta tornati in città, fermati alla Augustine Brewery e siediti all’esterno, in quello che è stato dichiarato il giardino all’aperto più grandi in Austria.

Bike Austria Mountain

A questo punto, tutto dipende dal tuo programma ma se resti in città per la notte, una passeggiata in centro è quello che ti consiglio.

 

Cosa assaggiare assolutamente a Salisburgo

Cosa mangiare a Salisburgo? Quali sono le cose che dovresti assolutamente mangiare durante il tuo soggiorno a Salisburgo? Di seguito alcuni dei piatti che consiglio vivamente, ma devo avvisarti: qui più che in molti altri posti, fidati della gente del posto. Anche se qualcosa non ti stuzzica l’appetito o lo trovi troppo pesante, dovresti comunque provarlo perché non rimpiangeresti la tua scelta. Ricorda, la Sacher non è tipica a Salisburgo: puoi, naturalmente, trovarla (e c’è anche l’hotel e la panetteria della Sachertorte, direttamente da Vienna) ma non è qualcosa che devi mangiare qui solo perché è tipico.

Alcuni dei piatti tipici da assaggiare a Salisburgo 

Schnitzel

L’emblema della cucina austriaca: carne di vitello tenera, enorme, schiacciata, impanata, servita con patate, salsa di mirtilli e limone. Un piatto facile, uno dei migliori piatti di sempre: no, la cotoletta impanata e fritta non è solo per bambini, datemi retta!

Schnitzel

Salzburger Nokerl

Immagina una meringa e poi cancella questa immagine dalla tua mente. Il Salzburger Nokerl è solo qualcosa che non so come descrivere. Immagina qualcosa di estremamente buono e ci sei quasi: zucchero, molto, uova, molte, e questo dice tutto. Il nokerl è tradizionalmente servito nella forma delle tre cime che rappresentano le tre montagne locali di Salisburgo (Mönchsberg, Kapuzinerberg e, a seconda della persona con cui si sta parlando, Rainberg o Gaisberg) ed è fondamentalmente un piacere per gli occhi e per la pancia.

Nokerl

Pretzels

Devo davvero descriverti i pretzel? Lo snack perfetto in ogni momento della giornata, imperdibile quando si beve una birra. Onestamente, avrei potuto vivere solo di pretzel (e Mozartkugel, vedi sotto).

Pretzel

Strudel

Qualsiasi strudel che hai mangiato fino ad ora sarà battuto da un vero strudel austriaco: friabile, ripieno di mele, servito con gelato, salsa alla vaniglia e/o panna.

Strudel

Tafelspitz

Manzo bollito, così tenero che a volte viene servito anche tagliato a strisce. Il brodo viene utilizzato per preparare i Knödel, i tradizionali “gnocchi” austriaci simili ai canederli.

Tafelspitz

Bratwurst

Si trovano ovunque, serviti come pasto principale e anche come cibo da strada. L’unica cosa che devi aggiungere è una spruzzata di senape (e una birra).

Bratwurst

Mozartkugel: le palle di Mozart imperdibili a Salisburgo

Se parliamo cibo, c’è qualcosa che devi assaggiare (e potenzialmente diventarne dipendente) a Salisburgo: le palle di Mozart o Mozartkugel. Se stai pensando “ok, ma è solo cioccolato” ti stai sbagliando completamente: per me, le palle di Mozart sono una delle cose più buone di sempre. Ogni palla di Mozart contiene un nucleo centrale fatto di pistacchio, marzapane e nocciola ed è ricoperto di cioccolato fondente. Ci sono vari marchi sul mercato, ma Mirabell e Furst sono i più famosi e devi provare entrambi per decidere quale ti piace di più: entrambi sono ricoperti di cioccolato fondente, ma quello usato da Furst, nella confezione d’argento, è leggermente più dolce e quello usato da Mirabell, confezione dorata, è leggermente amaro.

Mozart Balls

L’esperienza in più

Il primo giovedì di ogni mese, a Salisburgo si svolge qualcosa di speciale e allo stesso tempo tradizionale e super hipster: il Lederhosendonnerstag. Nel 2013, due ragazzi hanno pensato di iniziare ad incoraggiare le persone a indossare i loro Lederhosen e Dirndl (i vestiti tradizionali, per uomo e donna) non solo per le occasioni speciali. Hanno scelto un giorno a caso, il giovedi, e in breve il progetto è diventato virale. Ogni giovedì uomini e donne indossano Lederhosen e Dirndl per uscire e una volta al mese si riuniscono per una festa dopo lavoro in un luogo segreto: la cosa più divertente del Lederhosendonnerstag è che praticamente tutti sono vestiti in dirndl e leiderhosen, i vestiti austriaci. Ti consiglio di fare questa esperienza e indossare i costumi in modo tradizionale e se sei una donna ricorda che il modo in cui legherai il fiocco comunicherà agli uomini se sei libera o no: se è allacciato a sinistra, significa che sei single, se è allacciato sul lato destro significa che sei sposata, fidanzata o che hai qualcuno nella tua vita.

Traditional Austrian Dress

Questo è qualcosa che solo i locali sanno, ma se visiti Salisburgo il primo giovedì del mese, ti suggerisco di prendere parte al Lederhosendonnerstag: vai a noleggiare un costume tradizionale e assicurati di andare alla festa. Certo, non sembrerai mai un vero austriaco (a meno che tu non abbia sangue austriaco, tedesco o dell’est europeo nelle tue vene!) Ma sicuramente ti divertirai. Un sacco. Non è necessario guidare fino alla posizione assegnata: un autobus condiviso parte ogni ora da e per il luogo, per assicurarsi che le persone arrivino a casa in sicurezza. Ricorda: non è un posto dove andare a prendere (totalmente), è solo un posto dove ti diverti!

Si tratta di un’esperienza davvero locale ma se visiti Salisburgo il primo giovedì del mese, ti suggerisco di prendere parte al Lederhosendonnerstag: vai a noleggiare un costume tradizionale e assicurati di informarti su dove si tiene la festa. Ovviamente non sembrerai mai un vero austriaco (a meno che tu non abbia sangue austriaco, tedesco o dell’est europeo che scorre nelle tue vene!) ma sicuramente ti divertirai. Un sacco. Non è necessario guidare per arrivare alla location della festa: un autobus condiviso parte ogni ora da e per il luogo scelto, per assicurarsi che le persone arrivino a casa in sicurezza. Ricorda: non è un posto dove andare per ubriacarsi e fare confusione, è solo un posto dove divertirsi molto!

Lederhosendonnerstag

Come arrivare a Salisburgo

Salisburgo ha il suo aeroporto ma solo poche compagnie aeree arrivano qui e i prezzi sono generalmente molto alti. Monaco è un’opzione molto migliore: la scelta delle compagnie aeree che volano a Monaco è infinita e il prezzo è sempre più economico. Da Monaco, prendi l’S-Ban fino alla stazione centrale di Monaco e salta su un treno locale o interregionale per Salisburgo: in meno di 2 ore arriverai a Salisburgo, proprio nel centro della città. Puoi anche prenotare il tuo volo per Vienna e poi andare a Salisburgo in treno o anche in auto. Se arrivi dal Nord Italia, il treno o la macchina sono la scelta migliore ma ricordati che i parcheggi a Salisburgo sono molto costosi.

Dove dormire a Salisburgo

Salisburgo è probabilmente uno dei pochi posti in cui non mancano gli alloggi. Io ho soggiornato all’Imlauer & Brau Hotel, molto vicino alla stazione ferroviaria e anche al centro della città: offre camere semplici ma spaziose, una posizione eccellente, colazione inclusa e c’è anche un ristorante/bar dove si può mangiare o andare a bere una birra. Detto questo, a seconda del budget e delle esigenze, ci sono molti posti tra cui scegliere: dai un’occhiata qui per trovare l’ispirazione e prenotare.

Se hai letto tutta la mia guida, direi che sei pronto: sei pronto per prenotare la tua vacanza in città a Salisburgo o, perché no, le tue vacanze in città!

[Questa guida su Salisburgo è il risultato di un viaggio sponsorizzato da Visit Salzburg UK-IE e Visit Austria UK-IE. Ho aggiunto qualche informazione in più in base alla mia precedente conoscenza della città. Tutte le foto sono state scattate, come al solito, da Giuseppe]