Cosa mangiare di tipico a Lisbona

Bolo De Berlim

A Lisbona, e in tutto il Portogallo, si mangia bene, anzi oserei dire benissimo e si spende anche molto poco per qualità del cibo di solito molto alta. Ovviamente le trappole per turisti ci sono e sono molte ma sono anche molto evidenti: i menù plastificati con le foto (ingiallite) dei piatti, i camerieri che cercano di buttare dentro quanta più gente possibile e, soprattutto, le sale vuote alle 13 o alle 20.30 quando praticamente tutti sono a tavola.

Il miglior modo per mangiare ottimamente e spendere ancora meglio a Lisbona è andare alla ricerca delle tascas, vere e proprie trattorie tradizionali con gli azulejos (le piastrelle colorate) ai muri, i pavimenti non levigati e i menù scritti a penna sulle tovagliette. Le tascas si trovano ovunque e basta avventurarsi per le strade meno frequentate dai turisti si scopre un mondo fatto di avventori locali, nonne che cucinano e camerieri, anche giovani, che non parlano una parola di inglese ma sapranno conquistarvi con i piatti che vi porteranno e vi consiglieranno. Se volete fare le cose per bene chiedete il pratos do dia per farvi servire quello che passa la casa e che sicuramente è preparato con i migliori ingredienti del giorno; se vi portano del pane con olio, burro e olive non date per scontato che non sarà incluso nel conto perché invece vi sarà addebitato anche se non l’avete chiesto ma l’avete comunque mangiato.

Se andate a Lisbona e siete alla ricerca della cucina tipica questi sono i piatti che proprio non potete non assaggiare rifuggendo come la peste dalla pizza e dalla pasta in qualsiasi modo vengano preparate.

Il baccalà e il pesce

E’ il pesce tipico di Lisbona e del Portogallo e viene cucinato nelle maniere più disparate. Il metodo più classico e tradizionale è à brás ovvero fritto con patate e uova strapazzate, quello com natas ovvero con panna e patate e le classiche e deliziose pastéis de bacalhau, frittelline al baccalà. Le sardinhas assadas, alla piastra, sono un piatto locale sfizioso ed economico da accompagnare con verdura o patate fritte.

pastels de bacalau
Pastéis de bacalhau

La carne

Nonostante Lisbona sia sul mare, la carne riveste un ruolo importante nella cucina portoghese. Il cozido à portuguesa è uno stufato di carne e legumi che all’apparenza sembra adatto solo all’inverno ma in realtà è piacevole in qualsiasi stagione dell’anno mentre la mescolanza carne-pesce trova la sua massima espressione nell’ameijoas na cataplanae ne la carne de porco Alentejana, una sorta di zuppa con prosciutto, salsiccia, pancetta e vongole.

Cozido
Cozido portoghese

Panini & Co.

I panini rivestono un ruolo importante nella cucina di Lisbona e, se vi sembra di non saziarvi, sappiate che resterete stupiti. Da provare la francesinha (il piatto è tipico di Porto ma a Lisbona si trova ovunque!) ovvero due fette di pane ripiene di salame, una fettina di vitella, salsiccia, chouriço ricoperte di formaggio fuso e annegate in una salsa alla birra. Il prego o la bifana sono panini con carne di maiale che vengono serviti con patatine fritte mentre la torrada è il classico toast con le fettine di pane ricoperte di burro.

presto portoghese
Presto portoghese
Francesinha
La francesinha

Primi piatti

Imperdibile il caldo verde, una zuppa molto liquida con cavolo verde e chorizo/linguiça così come non si può perdere l’assaggio dell’arroz de pato, riso con papera ricoperto di pancetta.

arroz
Arroz de pato. Foto di Giuseppe Milo

Dolci

I portoghesi sono ossessionati dai dolci e in special modo dai lievitati che vengono sempre accompagnati al caffè, di cui sono estremamente fieri. Imperdibili le pasteis de nata, paste sfoglie riempite di crema al latte e uovo aromatizzata alla cannella che vengono vendute ovunque e la cui versione più famosa è rappresentata dalle celeberrime Pasteis de Belém, vendute nell’omonima pastelaria vicina al Monastero di Belém. I bolos sono tutte le paste lievitate che vengono poi aromatizzate e riempite in maniera diversa: il bolo de arroz è a base di riso, le queques sono riempite di formaggio e assomigliano a delle cheesecake, le bolas de Berlim sono i bomboloni riempiti di crema. Di bolos esistono varietà infinite, lasciatevi solo guidare dall’istinto e dalla pancia. Il pao è un altro prodotto da non sottovalutare e, come i bolos, ne esistono tantissime varietà tutte ottime: il pão de Deus, fritto con lo zucchero, è per me il migliore ma davvero c’è l’imbarazzo della scelta. Il salame di cioccolato è un altro must imperdibile se siete a Lisbona e non c’è bisogno che vi spieghi di cosa si tratta vero?

Pastel
Pasteis de nata
Dolci Portoghesi
Dolci portoghesi. Foto di Giuseppe Milo

Da bere

La birra Sagres è la più diffusa e conosciuta ma è sicuramente la ginginha il liquore nazionale a base di ciliegie che si beve da mattina a notte. Agli amanti del vino consiglio i bianchi della regione di Bucelas e i rossi della regione di Colares, entrambe vicine a Lisbona.

ginjinha
La ginjinha portoghese. Foto di Giuseppe Milo
A Ginjinha Lisbona
A Ginjinha, uno dei locali più tipici di Lisbona!

Nota di servizio

Mangiare a Lisbona è economico e per un piatto completo si spendono circa 12 euro (prezzi aggiornati al 2015). Le tascas sono economiche e tradizionali mentre le cantine possono essere leggermente più care perché rivisitano la cucina tradizionale utilizzando i migliori ingredienti in circolazione. Lisbona è anche considerata una delle capitali enogastronomiche d’Europa e se la lista dei piatti tipici non vi è bastata sarà la lista dei ristoranti imperdibili a farvi sposare alla perfezione questa definizione di Lisbona!