Mangiare a New York, consigli sui piatti tipici

mangiare new york consigli utili

Mangiare a New York é molto più semplice di quel che si pensa perché la Grande Mela offre tantissime opportunità per soddisfare tutte le esigenze, anche quelle delle persone piú complicate come la sottoscritta: premesso che se si va fuori si dovrebbe assaggiare quello che il luogo propone, é anche vero che non tutti siamo uguali ma vi assicuro che a New York si trova di tutto, dai ristoranti per gastrofighetti che fotografano pure i tovaglioli al cibo di strada al sapore di smog. L’intrecciarsi di razze e tradizioni diverse ha fatto di NY un incrocio di tradizioni culinarie e oggi se parlate con qualcuno del luogo la risposta é sempre la stessa che peraltro é ben visibile girando per le strade: non esiste un piatto tipico di New York ma esistono piatti che ormai sono entrati nella tradizione e che vengono associati alla cittá ma per dire a New York non esiste un piatto come la pasta alla carbonara per Roma, giusto per continuare a ribadire l’ovvio! 🙂

Il piatto tipico di New York, se lo vogliamo chiamare piatto tipico, é l’hamburger che viene servito in maniere diverse in base al tipo di ristorante/luogo dove si sceglie di mangiare: lo si trova ai banchetti per la strada, ai fast food e ovviamente anche nei ristoranti di lusso e la differenza é chiaramente data dalla qualitá e dal tipo di carne che viene proposta e con essa dai condimenti proposti. Hamburger e cheeseburger vengono sempre serviti con contorno di patatine fritte che sono diverse dalle nostre e dalle europee in generale perché agli ammerigani glie piace la buccia e quindi friggono tutto e devo dire che io ogni volta mi stupisco di quanto in realtá le patatine fritte con la buccia siano ottime. Gli hamburger hanno tre gradi di cottura: rare, medium and well done. Rare é la cottura al sangue ed é l’unica che a New York é considerata ottima: se nei posti cosí e cosí non ci fanno caso, nei posti piú fighetti quando chiedi un hamburger well done ti guardano (a me capita sempre!) male perché considerano la cottura in questo modo come la morte.

Accanto al burger uno dei piatti piú famosi di New York é l’hot dog che si dice fu inventato a Coney Island e che con i decenni é diventato uno dei cibi piú venduti in tutta NY e che oggi é proposto in diverse varianti: dalla classicissima con senape e ketchup alla ebrea con carne apposita passando per la vegetariana. Ok, a che serve tirare fuori tutte ‘ste varianti non si sa ma cosí é e la gente é felice.

La pizza, parliamone: accanto a ristoranti italiani di un certo tipo e livello (Babbo di Mario Batali, per dire) esistono tantissime pizzerie che di italiane hanno solo il nome (Pizza Italia, Piccola Italia, Italia Mia, Pizza Italiana sono solo alcuni che si affiancano al famoso Sbarro e a Ray’s Pizza) ma per i newyorkesi oggi la pizza fa parte dei cibi da consumare quotidianamente e rappresenta perfettamente la città. La presenza massiccia di pizza a NY é legata alla presenza, in passato, di tantissimi italiani che oggi hanno lasciato la Mela e si sono trasferiti in New Jersey (non é un luogo comune, é vero, se passate dal Jersey c’é da mettersi le mani nei capelli e Buddy Valastro, quello del Boss delle Torte, é un esempio concreto di questa situazione). Preparatevi alla grande rivelazione: la pizza a NY non é affatto male, é bella altina, con il cornicione e la pasta é raro sia cattiva. Ad essere spesso pietosi sono i condimenti partendo dal pomodoro che spesso é ketchup e arrivando alle scelte per gli abbinamenti con ‘sta pizza pollo e carne che spopola ovunque e mette a dura prova pure gli stomaci forti.

Pretzel , pure di questi parliamone: i carretti che li vendono per strada li fanno apparire come ottimi e sono uno dei simboli della cittá ma io non ho capito il motivo visto che i pretzel sono tedeschi. Vanno via come il pane, la gente impazzisce e si trovano anche i carretti monotematici che vendono pretzel diversi dai soliti per esempio con la glassa o il formaggio.

Il cinese va forte e si dice che i wantong, i ravioli, siano ottimi specie in zona Chinatown: qua passo la mano visto che io e il cinese non andiamo d’accordo ma di certo non si trova il liso cantonese come lo conosciamo noi né il gelato flitto come lo conosciamo noi ma si trova la cucina cinese piú autentica. Quanto alla cucina giapponese/orientale, i noodles e sushi bar sono un must e anche in questo caso pur non essendo tipici americani e di New York sono oggi come oggi in grado di connotare la cittá.

Idem per quel che riguarda il messicano: si trovano ottimi ristoranti e posti più economici, sempre per la teoria per cui il piatto tipico non esiste ma tutto fa tipicità a New York! 🙂

Coming up:
– Dove mangiare a New York
– Dove mangiare gluten free a New York
– Street food a New York