Mangiare a Dublino: Matt the Thresher

Matt the Thresher

Mettiamo il caso che siete a Dublino per una vacanza o per un lavoro oppure mettiamo il caso che siete a Dublino perchè siete venuti a trovare me, sapete dove vi porterei a mangiare, sicura al 100% di fare un’ottima figura e farvi tornare in Italia felici e contenti? Da Matt the Thresher, un posto incantevole dove si mangia benissimo: un classico “Seafood Bar & Grill” specializzato in pesce fresco.

Il locale si trova nella zona “bene” di Dublino, nel cuore della Dublino georgiana dove dove si trovano uffici, agenzie, locali particolari e frequentati dalla gente del posto: si arriva a piedi dal centro e nonostante sembri distante in realtà è solo dietro St. Stephens Green, il parco più conosciuto della città.

Ambiente: Matt the Thresher si caratterizza per un unico grande ambiente diviso da arcate e da varie scalinate che conducono a delle zone appartate. Una scalinata più lunga porta al “soppalco” dove si trova anche il pianoforte mentre una piccola conduce alla “library”, la zona dark che viene di solito riservata alle coppie o ai piccoli gruppi. La caratteristica del locale è il bancone che si estende sul lato più lungo del ristorante dove oltre a servire cocktail e vino si spillano anche le birre più famose, Guinnes compresa. Alla fine del bancone, surprise surprise, il banco refrigeratore con il pesce fresco di giornata proposto nel menù. La clientela è formata dalla medio-alta borghesia di Dublino: impiegati e manager che escono dal lavoro, coppie e single non in cerca dell’ubriacatura facile. Nessun turista nei paraggi e questo è senza ombra di dubbio uno dei grandi vantaggi dei ristoranti immediatamente fuori dal centro.

Cibo: se cercate pesce e volete restare a Dublino, questo è il posto ideale. Lo chef è uno tra i più conosciuti in Irlanda, Stephen Caviston, e il pesce proposto è sempre fresco, di stagione e soprattutto mai e poi mai cucinato in maniera pesante o riempito di salse e condimenti: l’idea alla base di Matt the Thresher è che il cibo vada mangiato più al naturale possibile per gustarne le caratteristiche e il sapore originario che i condimenti tendono a coprire e mascherare. Anche per quel che riguarda la carne il discorso è lo stesso con il manzo irlandese, piatto forte della casa, invecchiato per almeno 28 giorni in modo che acquisisca un sapore deciso e peculiare. I prodotti utilizzati provengono tutti da fonti sostenibili e sono esclusivamente irlandesi secondo la logica del “dal produttore al consumatore”. Impareggiabili le cozze stufate nel vino bianco e altrettanto fantastico il merluzzo grigliato: porzioni abbondantissime con tanto di 2-3 contorni a completare l’opera.

Prezzi: so benissimo che arrivati a questo punto vi state chiedendo “seeee, chissà quanto si paga in un posto del genere”. E invece no, cari i miei malfidati, perchè Matt the Thresher è pure economico! E per economico intendo davvero poco costoso se calcoliamo che un ammontare indefinito di cozze (io dico che sono una cinquantina almeno) costa 11 euro, che una bistecca di manzo da 8oz (ovvero enorme) ne costa 17 comprensiva di due contorni e che il pesce fresco alla griglia più due contorni si aggira sui 16 euro. Sei ostriche provenienti da Carlingford Lough costano 8 euro e accompagnate da una pinta di Guinness la giornata volge decisamente al meglio 😀 Il pane nero è fatto in casa e se c’è una cosa che forse costa troppo posso sicuramente dire che si tratta delle chele di granchio in salsa perchè per 13 euro sono piccole e la salsa è un misto incomprensibile tra vinaigrette e hollandaise.

Matt the Thresher
31 & 32 Lower Pembroke Street,
Dublin 2
http://www.mattthethresher.ie

Curiosità: il locale ha cambiato gestione da poco e all’inizio parecchi lamentavano scarsa attenzione da parte del personale, prezzi alti e prodotti non all’altezza. Da qualche mese a questa parte la situazione è cambiata e davvero, adesso, vi posso assicurare che Matt the Thresher è uno di quei posti di cui chi vive a Dublino ha bisogno!