Libri di cucina: la Garzantina di Allan Bay

garzantina cucina

Anche se come me siete appassionati di libri di cucina scritti in inglese, un po’ perchè sono più belli e un po’ perchè fa figo tenere sullo scaffale della cucina testi dai nomi incomprensibili, vi segnalo l’uscita di uno di quei libri, tutti in italiano, che secondo me vale la pena tenere a casa: la Garzantina della cucina. Sì, la Garzantina come quelle che si usano a scuola, le enciclopedie piccoline da consultare all’occorrenza.

Curata da Allan Bay, la Garzantina della cucina mette insieme nozioni tecniche e curiosità e si compone di varie sezioni, tutte ugualmente curate ed interessanti.

La sezione ricette ne contiene ben 3000 che spaziano dalla tradizione italiana a quella internazionale per cui troviamo per esempio bruschette, pizze e focacce, spaghetti alla puttanesca e risotto alla certosina, lasagne verdi e orecchiette con le cime di rapa, lepre in salmì, pollo alla cacciatora, maiale alla birra, bollito misto, peperonata e macco di fave, zucchine ripiene, bagna caöda, baccalà alla vicentina e tonno alla livornese, caciucco e impepata di cozze, sbrisolona, budino d’uva, torta di cinque minuti, castagnaccio, zabaione ma anche quiche, tournedos Rossini, pesche Melba, cozido portoghese, torte Linzer, bortsch russo, anatra alla pechinese, sushi, sashimi e tempura, accanto a falafel e tagine, tortillas e feijoada, per citarne solo alcuni. Anche i pani hanno un posto di rilievo: da quello toscano a quello azzimo, dal chapati ai bretzel alla challà.

Si parla poi di alimenti del mondo trattando sia quelli naturali (carni e pesci, frutta e verdure, erbe e cereali) sia quelli ricavati da questi come i salumi e i formaggi, le conserve, le bevande, le farine, etc; le schede di approfondimento arricchiscono le informazioni delle voci e sottolineano le virtù nutrizionistiche e le eventuali controindicazioni degli alimenti.

Più didascalica e didattica la parte dedicata a nozioni tecniche e terminologia che contiene anche consigli su come apparecchiare la tavola, come comporre un menù, come abbinare il vino e come seguire il galateo a tavola.

Non mancano i profili gastronomici delle regioni italiane e delle nazioni del mondo, informazioni storiche e leggende legate al cibo, le tendenze del mercato alimentare contemporaneo, le riviste di settore, i protagonisti storici della gastronomia.

Insomma, un piccolo (mica tanto!) compendio che in 1264 pagine racchiude tante informazioni utili dalle quali attingere o da sfogliare per imparare qualcosina di più sulla cucina; tra l’altro la copertina è bellissima 😀