Libri di cucina in lingua inglese, qualche titolo interessante

libri di cucina new

L’autunno è tempo di acquisti ma è anche tempo di iniziare a pianificare cosa farsi regalare per Natale, cosa regalare e, perchè no, cosa regalarsi. Io, relegata a casa da troppo tempo e con ancora troppo tempo davanti, ho stilato la mia personale whish list tutta dedicata ai libri di cucina che nel giro di poco tempo devono entrare a fare parte della mia libreria e che, ognuno diverso dall’altro, rappresentano secondo me quello che c’è di meglio in circolazione in questo periodo.

Sono in inglese perchè ad oggi sono convinta che la produzione in lingua anglosassone sia di tutt’altra natura, sia meno referenziale e sia davvero variegata rispetto alla nostra e che sugli scaffali sia davvero facile trovare bei libri, economici e utili che non fanno della fotografia il loro vanto ma puntano tutto sui contenuti. Che, per inciso, ritengo essere sempre e comunque l’elemento fondamentale che si tratti di uno scritto, di un discorso o di qualunque altra cosa: se mancano i contenuti le foto sono poca cosa!

Ecco la mia personalissima selezione di libri che si trovano su Amazon.com e sulle librerie online più fornite:

– Make, Bake, Love di Lilly Hggins: lei è la proprietaria dell’omonimo blog “Stuff I Make, Bake and Love” e propone in questo libro le sue ricette migliori, tutte molto semplici e tutte molto pratiche. Bella la fotografia che non toglie mai spazio ai contenuti e tra le ricette che vanno sicuramente provate, almeno secondo me, ci sono la Banoffee Cake e i Macarons al Rabarbaro.

– Full of Flavour di Maria Elia: è un testo molto semplice e quasi di base che si fonda sull’idea che con pochi ingredienti a disposizione si possa comunque tirar fuori qualcosa di succulento. Ogni capitolo si apre con la lista degli ingredienti e in base a questa l’autrice costruisce un menù completo e accessibile.

– The Boy Who Bakes di Edd Kimber: prendete un uomo e mettetelo davanti al forno. Costui potrebbe vincere “The Great British Bake Off 2010″ e diventare uno tra i panificatori folli più amati del Regno Unito. Nel testo si alternano pratiche usuali a pratiche di cottura e preparazione degli impasti davvero particolari e vengono proposte oltre 100 ricette tra quelle classiche inglesi e le classiche internazionali che piacciono sempre.

– 200 Mini Cakes and Bakes: fa parte della collana Hamlyn All Colour ed è una raccolta di ricette dedicate a piccoli dolci da preparare a casa velocemente. Ogni ricetta è accompagnata da istruzioni passo dopo passo e da una pagina intera con la foto del piatto finito così da rendere bene l’idea di cosa si andrà a preparare.

– The Ginger Pig di T. Wilson & F. Warde: è dedicato solo ed esclusivamente alla carne questo testo che racchiude segreti e ricette per cucinare tutti i diversi tipi di carne adattandoli al commensale e al contorno che si porta in tavola. Un testo utile per capire meglio che carne acquistare in base all’utilizzo che ne dobbiamo fare e come enfatizzare al massimo un taglio in cottura.

– How to make your own drinks di Susy Atkins: non è necessario essere sommelier per apprezzare questo testo dove si trovano tantissimi spunti per creare cocktail ma anche e soprattutto infusi, succhi freschi, succhi aromatizzati etc etc. Lo scopo è accompagnare ogni singola portata con un differente drink e se state cercando il modo per stupire voi e i vostri ospiti vi assicuro che questo è il testo da avere a casa.

Postillina: anche se non conoscete la lingua, buttatevi a capofitto e non fatevi fermare. Prendete un dizionario, aprite gli strumenti online e traducete quello che leggete. Non solo è un ottimo modo per non perdervi dei testi interessanti che da noi molto probabilmente non arriveranno mai ma è anche un ottimo modo per imparare, anche se a sommi capi, una lingua!