Caraffe filtranti per l’acqua pro e contro: pericolose, inutili o innocue?

Caraffe filtranti

Quando sono arrivata in Irlanda, giusto perchè sono una che non si fa influenzare, tra le prime cose che ho comprato c’è stata una caraffa filtrante per l’acqua perchè, visto che qua la usano tutti, ho ben pensato che fosse utile anche a me. Ok, mi sbagliavo visto che il processo mi è stato antipatico fin da subito (e il sapore dell’acqua anche!) e allora dopo neanche 10 giorni di utilizzo ho abbandonato del tutto la caraffa e sono tornata all’acqua in bottiglia. Oggi l’argomento è decisamente scottante: le caraffe filtranti sono pericolose oppure no? E, soprattutto, sono utili oppure no?

Le caraffe filtranti sono dei bricchi divisi in due parti che comunicano tramite un filtro: riempiendo la parte superiore della caraffa, l’acqua scende nella parte sottostante e viene filtrata dal filtro per essere poi bevuta.

Mentre le Procure aprono indagini, in realtà nel 2007 Altroconsumo condusse proprio una ricerca in questo senso sostenendo che le caraffe filtranti sono pericolose e peggiorano la qualità dell’acqua.

Le caraffe impoverirebbero l’acqua di calcio e sali minerali e in questo modo priverebbero l’organismo di componenti fondamentali; inoltre le cartucce rilascerebbero troppo ammonio che fa male all’organismo e il ristagno dell’acqua nella caraffa peggiorerebbe la qualità microbiologica (la carica batterica) e chimica (l’aumento di nitriti) dell’acqua.

A questi rischi si aggiungerebbe quello legato all’eventuale deterioramento del filtro che peggiora la situazione aumentando il rischio di proliferazione batterica.

Le caraffe filtranti non sono stati ritirate dal mercato e sono autorizzate in base ad un brevetto tedesco sia in Germania che in Austria inoltre le aziende coinvolte hanno presentato apposite prove secondo cui le caraffe filtranti non sono pericolose per la salute per cui di fatto non si sa come finirà tutta questa vicenda.

Dove sta la verità non è facile da stabilire e saranno le sedi opportune a stabilirne la pericolosità o meno: io la mia l’ho messa da parte per pigrizia e devo dire che qua le caraffe funzionano perfettamente, sono uno di quei prodotti che tutti hanno e che tutti amano. Io non le ho amate e il sapore dell’acqua che ho filtrato non era di certo così gradevole come pensavo che fosse (non immaginavo miracoli ma almeno migliorie).

Inoltre va tenuto conto del fatto che le acque di rubinetto presentano un quantitativo diverso e variabile di sodio che l’operazione di filtraggio non elimina e non a caso sulle istruzioni si legge che i cardiopatici e gli ipertesi devono chiedere il permesso al medico per utilizzarle nonostante a dirla tutta si debba assumere un gran quantitativo di acqua prima di avere problemi legati al sodio.

Vi ricordo inoltre che è necessario tenerle in frigorifero e consumare l’acqua entro 1 giorno e che il filtro va cambiato ogni 30 giorni o anche meno: a me tutte queste complicazioni non piacciono e ho detto basta dopo 10 giorni scarsi.

E voi avete avuto esperienze con le caraffe filtranti?