5 cose indispensabili da sapere sulla cucina spagnola

yamon

Premettiamo che noi italiani, quando andiamo in Spagna crediamo di saper parlare spagnolo solo perché aggiungiamo una bella -s alla fine di tutto e ci sentiamo in diritto che siamo bilingui. Ma premettiamo pure che in realtà quasi tutti capiscono lo spagnolo e quindi è raro ordinare qualcosa al ristorante e ritrovarsi con piatti immangiabili o dal gusto troppo lontano dalla nostra cultura. Ci sono però delle cose che è bene sapere sulla cucina spagnola e io, che a certe cose ci tengo, le ho riassunte per voi. E anche per me, per ricordamene la prossima volta che capito da quelle parti.

Non esiste una cucina spagnola propriamente detta


Non fraintendetemi ma è la stessa situazione dell’Italia: esiste una cucina spagnola che però al suo interno si stratifica in tante cucine locali, ognuna con la sua peculiarità. Quindi se siete nei Paesi Baschi mangerete una cosa, se siete in Andalusia un’altra e magari le due cose sono varianti della stessa perché quello che non cambiano moltissimo sono le materie prime.

In Spagna si mangia tanto e tardi


Non fatevi illudere dalle porzioni delle tapas: in Spagna si mangia tanto (del bene ne parliamo dopo!) e le tapas si consumano a secchiate. Non mangeranno tantissima pasta come noi ma ci danno dentro con altro e lo fanno praticamente a tutte le ore (alle 14 è previsto il pranzo, alle 22 circa la cena!). In compenso a colazione dovete rinunciare al cornetto e al cappuccino e optare per una fetta di pan y tomate: anche alle 8 di mattina, sì!

tapas

In Spagna si mangia bene


Eccome se si mangia bene! Dal pesce alla carne senza dimenticare il fantastico prosciutto, non credo di aver mai trovato qualcuno che si è lamentato per coma ha mangiato in Spagna. Certo, a volte il pimiento è un pochetto troppo ma in fin dei conti ci sta bene!

Cipolla a go-go


Anche nel piatto più semplice dell’intero menù c’è sempre, senza possibilità che non ci sia, la cipolla. Magari non la vedete ma è lì che vi ricorda la sua presenza con il suo retrogusto inconfondibile. Non ci potete fare niente, rassegnatevi: è un mondo pieno di cipolla e spesso la scena è divisa con l’aglio che però non riesce mai a surclassare la cipolla.

gambas

Il caffè espresso? No, niente da fare!


Non vi illudete di trovare del buon espresso solo perchè siete abbastanza vicini all’Italia: l’espresso in Spagna è solitamente imbevibile ma se proprio volete provarci chiedete sempre un café corto e potrebbe andarvi discretamente. Il café cortado, ficcatevelo in testa, è il caffè sporcato con un goccio di latte e che per i nostri gusti è pessimo.

Insomma, rispetto a tanti altri posti la Spagna è sicuramente uno dei luoghi dove noi italiani mangiamo meglio facendo attenzione a piccole accortezze che ci permettono di tornare a casa felici, contenti e… ingrassati!

(Foto numero 2 e 3 di Giuseppe Milo)