Minestrone di verdure fresche: ricetta tradizionale e consigli

Minestrone Ricetta

Minestrone: la sola parola richiama alla mente profumo di cose genuine, di momenti felici e di calore di famiglia. La ricetta del minestrone è infatti una delle tante ricette tipiche italiane che si tramanda di famiglia in famiglia, che almeno una volta nella vita tutti abbiamo preparato e che proprio perché si tratta di una ricetta tradizionale ognuno prepara a modo suo.

Non esiste il momento perfetto per preparare il minestrone ma sicuramente l’inverno, con le sue temperature rigide, si candida benissimo ad essere la stagione ideale per questa pietanza; ciò non ci vieta di prepararlo anche quando fuori è caldo e mangiarlo freddo, puntando tutto sulla qualità e la maggior varietà degli ingredienti di stagione.

In tutti i casi, alla base del minestrone c’è sempre un soffritto preparato con sedano, cipolla e carota da far rosolare nell’olio e a cui poi aggiungere acqua e tutte le altre verdure. Il soffritto è uno degli elementi su cui le tradizioni spesso divergono: non è infatti raro assaporare minestroni con soffritto a base di lardo di maiale a cui si aggiungono sedano, cipolla e carota e quasi sempre anche dei dadi di pancetta, per un sapore più deciso e sicuramente più calorie.

Cose da ricordare quando si prepara il minestrone a casa

  • Le verdure vanno tagliate tutte allo stesso modo così da permettere una cottura omogenea;
  • Le verdure surgelate, così come i mix, non vanno mai usati: 12 ore e poi aggiungerli. I legumi in barattolo rischiano di compromettere il sapore del piatto e sono di solito ricchi di ingredienti aggiuntivi che non sono affatto necessari;
  • E’ fondamentale sempre scegliere verdure di stagione così da ottenere il massimo dalla propria minestra: in inverno, zucchine e peperoni non sono di certo appropriati così come non è appropriato il cavolo in estate.

Prima di passare alla ricetta, una piccola considerazione necessaria per questa ricetta: il minestrone è un vero e proprio esercizio di fantasia. Una volta acquisita la ricetta base, si può giocare con gli ingredienti in modo da creare un piatto personalizzato e unico.

Minestrone: ricetta tradizionale

Ingredienti per 4/6 persone

  • 150 grammi di patate
  • 60 grammi di carote
  • 1/2 cipolla
  • 30 grammi di coste di sedano
  • 200 grammi di cavolfiore
  • 150 grammi di fagioli borlotti secchi
  • 1 broccolo
  • Foglie di bieta
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Sale al bisogno
  • 100 grammi di pomodoro da sugo o passata
  • Coste di Parmigiano Reggiano/Crostini/Pasta [Opzionale]

Procedimento

  1. Mettere a bagno i fagioli borlotti e lasciarli in acqua per almeno 12 ore;
  2. Mondare tutte le verdure, quindi tagliarle a dadi della stessa grandezza;
  3. Privare i pomodori di buccia e semi e tagliarli a strisce o dadi;
  4. Far soffriggere cipolla sminuzzata, carote e sedano quindi, quando la cipolla sarà appassita, unire tutte le altre verdure fatta eccezione per i pomodoro;
  5. Irrorare con 1,5 litri di acqua leggermente salata, e dal bollore lasciar cuocere per un paio di ore e mezzo a fuoco moderato, mescolando spesso. Se necessario, aggiungere acqua leggermente tiepida;
  6. A fine cottura aggiungere il pomodoro o la passata di pomodoro in quantità a piacere. Salare se necessario.
  7. Per rendere più denso il minestrone prendere un quarto del minestrone e frullarlo quindi rimetterlo nella pentola e lasciar cuocere per altri 5 minuti.
  8. Servire caldo da solo, aggiungendo pane o croste di Parmigiano oppure evitare di frullare parte del minestrone e aggiungere la pasta da far cuocere per il tempo necessario.

Tempo di preparazione: 3 ore

Minestrone Ricetta

Consigli in più per un minestrone perfetto

  • Se ne hai una, cuoci il tuo minestrone in una pentola di terracotta: questo tipo di pentole ha il potere di diffondere il calore uniformemente e rende il minestrone profumato e gustoso, senza lasciare alcun residuo;
  • Se hai poco tempo a disposizione, la pentola a pressione può essere un’ottima alleata per preparare il minestrone: 10 ai 20 minuti di cottura ulteriore;
  • Per evitare che il minestrone sia troppo brodoso, ricordati di aggiungere acqua man mano che la cottura va avanti (ricordandoti di scaldarla!) e facendo sempre in modo che le verdure non siano sommerse e galleggino ma restino comunque compatte;
  • Un buon minestrone è più buono il giorno dopo la preparazione che il giorno stesso: per questo è un’ottima idea prepararlo la sera prima per il pranzo del giorno dopo o, perché no, anche per la cena. Se opti per questa soluzione, riscaldalo per qualche minuto a fiamma bassa e possibilmente senza aggiungere troppa acqua in questa fase;
  • E’ possibile conservare il minestrone direttamente nella pentola di cottura o dentro un contenitore con chiusura ermetica, sempre in frigorifero fino a 4/5 giorni;
  • Se vuoi congelare il minestrone, utilizza un contenitore ermetico e surgela il prodotto solo quando è completamente freddo. Potrai consumarlo entro e non oltre 4 settimane, lasciandolo scongelare direttamente sul fornello a fiamma bassa per evitare che si riempia di acqua.