Ricette di Nigella Lawson: scones all’uvetta

scones uvetta

La Cuochina è ancora in fase panificazione e similari e sempre per la serie “vivo all’estero e amo sperimentare” non poteva farsi mancare la preparazione degli scones, dolci non tanto dolci 😀 che in terra anglosassone vengono serviti all’ora del tè (che qua esiste davvero, non è una diceria 🙂 ) accompagnati da clotted cream e marmellata. Io ho seguito alla lettera la ricetta di Nigella solo che ho aggiunto l’uvetta.

Ho utilizzato 300 grammi di farina, 2 cucchiai di zucchero, 15 grammi di burro, 1 tazza di latte scremato, 100 grammi di uvetta, un pizzico di sale e 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio; per prima cosa ho versato sale, farina, bicarbonato e zucchero in una ciotola grande e ho iniziato a mescolare con un cucchiaio per far amalgamare i quattro ingredienti secchi aggiungendo poi il burro ammorbidito e tagliato a dadini e iniziando nuovamente a mescolare.

Al centro della polvere ho praticato un buco e dentro ho versato 3/4 di latte amalgamandolo piano piano con gli ingredienti secchi usando una forchetta in modo che non si formassero grumi; ho poi aggiunto l’uvetta e il latte restante per far in modo che l’impasto fosse bello appiccicoso e, dopo aver terminato di amalgamare tutto, ho infarinato il piano della cucina e ho rovesciato il contenuto della ciotola.

Ho ricominciato ad impastare fino a quando la pasta non è diventata completamente liscia grazie anche alla farina presa dal piano di lavoro quindi ho steso con le mani ad un’altezza di 2-2.5 cm; dalla pasta grazie ad uno stampo per biscotti rotondo ho ricavato dieci dischi della grandezza di 5 cm che ho sistemato su una teglia coperta di carta da forno spennellandoli con pochissimo latte.

Ho lasciato cuocere per 10 minuti in forno molto caldo (220°) e per rendermi conto che erano pronti ho seguito il consiglio di Nigella aprendo il forno proprio 10 minuti e verificando che, battendo sulla sommità dello scone, si sentisse un rumore sordo.

Io ho servito, una volta che si sono freddati, con panna montata e marmellata di more (che non ho neanche assaggiato, ma fa niente) accompagnando gli scones con un ottimo caffè americano 😀

Tempo di preparazione: 18 minuti

Risultato: molto soffici e non eccessivamente dolci, questi scones una volta freddi si induriscono e possono essere mangiati anche da soli, senza creme e marmellate come accompagnamento.

Consiglio: se volete che gli scones siano morbidi appena preparati avvolgeteli in uno strofinaccio di cotone asciutto appena tolti dal forno mentre se volete che siano croccanti lasciateli raffreddare sulla griglia. Sappiate che durano 2 giorni se tenuti in un contenitore ermetico.

Variante: eliminando le uvette potete utilizzare la stessa ricetta per degli scones semplici e di base.