Pasta con il pesce: paccheri al pesce spada e pesto

pasta pesce spada

Venerdì si dice si debba mangiare pesce (tradizione, dicono) e anche se oggi è sabato siccome ieri era venerdì, mi sono detta, perchè non condividere una tra le ricette di pesce più semplici in assoluto che non è opera mia ma di mia suocera e che la sera della vigilia di Natale ha soddisfatto i palati di tutti i commensali? Si tratta della semplicissima, buonissima e velocissima pasta al pesce spada e pesto.

Mia suocera mi ha spiegato che per prepararla basta versare in una padella abbastanza grande dello scalogno tagliato a pezzettini piccoli con un pochino di olio e lasciare a fuoco basso per qualche minuto; quindi si prende il pesce spada, possibilmente fresco, lo si taglia a tocchetti di media dimensione e lo si versa nella padella aggiungendo qualche pomodoro pachino tagliato a pezzetti. Tutta questa bontà va lasciata sul fuoco, basso e con la padella coperta, per circa 15 minuti, girando di tanto in tanto.

Trascorsi i 15 minuti al condimento vanno aggiunti due cucchiai di pesto, si gira con un mestolo e si toglie immediatamente la pentola dal fuoco.

Il resto è ancora più semplice: si lessa la pasta e una volta cotta, al dente, la si manteca con il condimento direttamente nella padella (è per questo che deve essere abbastanza capiente 🙂 ) e si impiatta; la morte di questo condimento sono i paccheri, provare per credere.

Tempo di preparazione: 20 minuti scarsi.

Postillina: mia suocera utilizza il pesto che prepara lei in casa e che indubbiamente contribuisce a rendere questo piatto ancora più appetitoso e goloso. Ovviamente se non avete tempo, se non vi va o se semplicemente non sapete farlo, utilizzate del pesto già pronto di buona qualità e la vostra pasta non si lamenterà di certo 🙂

Consiglio: se utilizzate del pesce spada congelato, fate in modo che si scongeli del tutto prima di utilizzarlo ed eliminate tutta l’acqua in eccesso tamponando con della carta da cucina. NON utilizzate il pesce spada se non è ancora del tutto scongelato perchè altrimenti il condimento verrà acquoso e tenderà ad avere il sapore del nulla 😀