Crème brûlée, la ricetta originale per farla a casa

Creme brulee


Mi rendo conto che questa è una cosa abusata, detta e ridetta, sentita e risentita ma io davvero provo una gioia incredibile nel distruggere la patina zuccherosa e dura della crème brûlée; è una cosa che mi fa ridere, che mi piace e mi piaceva anche prima che Amelie facesse di questa cosa un’azione da manuale. Non a caso credo che tra i miei dolci preferiti ci sia proprio la crème brûlée, nella sua ricetta originale eventualmente aromatizzata in occasioni speciali.

La crème brûlée è sostanzialmente una crema alla vaniglia cotta a bagnomaria che viene poi ricoperta da una crosta zuccherosa e dura ottenuta con la fiamma o semplicemente con il grill del forno.

Cosa serve per 4 porzioni (in cocottine apposite)
400 ml di panna
1 stecca di vaniglia
100 grammi di zucchero
4 tuorli
100 grammi di zucchero di canna

Come si fa
1. Versare la panna in una pentola capiente e aggiungere la stecca di vaniglia tagliata in lunghezza e a cui sono stati eliminati i semini. Portare ad ebollizione sempre mescolando.
2. In una ciotola di vetro o alluminio capiente sbattere i tuorli con lo zucchero in modo che si formi una crema abbastanza spumosa e chiara quindi, quando la panna inizia ad bollire, versarla a filo al composto di uova e zucchero utilizzando un colino in modo che sia più pura possibile.
3. Mescolare con una frusta per amalgamare il tutto quindi dividere il composto, che non deve presentare grumi, dentro le cocottine e mettere all’interno di una teglia piena di acqua bollente in modo che l’acqua arrivi a metà delle cocottine. Cuocere in forno statico caldo per 1 ora a 160°.
4. Una volta cotta, lasciar raffreddare la crème brûlée a temperatura ambiente quindi mettere le cocottine in frigorifero fino a quando non devono essere servite (2 ore è l’ottimale!).
5. Prima di portarle a tavola, cospargere la superficie con zucchero di canna e mettere a caramellare per qualche minuto sotto il grill del forno oppure utilizzando la fiamma ossidrica da cucina. Una volta formata la famosa crosta, lasciar intiepidire e servire nelle cocottine.

Tempo di preparazione: 1h30

brulee ricetta

Risultato: io adoro questo dolce perchè è semplice e delicato e mi risolve spesso serate che sembrano andare storte.

Variante: volendo si può aromatizzare la crème brûlée con del liquore alla frutta da aggiungere direttamente al composto di uova e zucchero. Si puo’ anche preparare una crème brûlée allafrutta aggiungendo della passata di frutta a piacere direttamente alla panna quando si porta a bollore.

Consiglio: spesso la crème brûlée fallisce perchè resta troppo liquida. La ricetta originale prevede che sia più dura sui bordi e morbida al centro per cui è possibile che all’inizio il risultato sia davvero poco invitante. Provate e riprovate tarando la ricetta sul vostro forno!

Postillina: la caramellatura utilizzando il grill è più difficile da ottenere rispetto alla torcia da cucina. Nel primo caso la crosta è meno compatta e si rischia di bruciare lo zucchero e cuocere nuovamente la crema pur di avere una superficie compatta e da bucare mentre con la fiamma ossidrica da cucina si agisce direttamente sulla superficie e sullo zucchero e si riesce a modulare perfettamente la caramellatura.