Vodka ai frutti di bosco, ecco come farla a casa

Vodka ai frutti di bosco

Continua la saga delle bevande fatte in casa ma stavolta dopo i vari rimedi della nonna vi presento la ricetta per una bevanda buona e semplice da preparare che vi permetterà di utilizzare i frutti di bosco in maniera davvero davvero particolare. Si tratta della vodka ai frutti di bosco che può essere preparata sia con la frutta fresca, quando è stagione, che con la frutta surgelata o quella di importazione. Se siete patiti di San Valentino, direi che questo è un liquorino da preparare per stupire il vostro compagno o la vostra compagna.

Premetto che non ho mai avuto il piacere di assaggiarlo perchè sono allergica proprio ai frutti di bosco ma lo preparo regolarmente e riscuote sempre successo al punto che ormai è diventato un must, un po’ come il liquore al cioccolato e la vodka al peperoncino.

Cosa serve per 1 litro di vodka
700 grammi di frutti di bosco
Buccia grattata di 1 limone
200 grammi di zucchero
1 baccello di vaniglia
70 cl di vodka pura

Come si fa
1. Se si utilizzano i frutti di bosco congelati, scongelarli del tutto. Versare i frutti di bosco scongelati o freschi, la buccia del limone e lo zucchero in una pentola e schiacciare il tutto usando una forchetta.
2. Aggiungere il baccello di vaniglia intero e mescolare per bene con un cucchiaio quindi mettere da parte per un paio di ore in modo che lo zucchero si dissolva e si crei una specie di infuso saporito.
3. Togliere il baccello di vaniglia e versare tutto il contenuto in una bottiglia sterilizzata e aggiungere i 70 cl di vodka. Agitare per bene quindi mettere la bottiglia in frigorifero e lasciarla per minimo una settimana e massimo un mese in base al sapore che si vuole dare al liquore.
4. Trascorso il tempo necessario, filtrare completamente il liquore e trasferire solo il liquido senza la parte granulosa (che ormai si sarà comunque quasi completamente dissolta) in una seconda bottiglia sempre sterilizzata. Mettere in frigo e utilizzare.

Tempo di preparazione: 10 minuti + riposo

Risultato: non so dirvi com’è per i motivi di cui sopra ma posso affermare con certezza che è moolto apprezzata e ciò significa che è buona no? 🙂

Postillina: questa vodka regge bene per circa 1 anno se messa in frigorifero. Ovviamente con il tempo il sapore tende a stabilizzarsi e spesso, in base alla vodka utilizzata, a diventare più forte.