Video ricetta dei bucatini all’amatriciana originale romana

Che vi dico sempre io, facendo pure la parte di quella antipatica e che se la tira? Che le ricette originali e tradizionali non si snaturano, non ha senso tirare fuori varianti che, per quanto gourmet e appetitose, con l’originale non hanno niente a che vedere e soprattutto non ha senso chiamare in un modo una cosa che invece si chiama e si prepara in un altro modo. Teoria che si applica benissimo alle ricette romane e alla pasta all’amatriciana.

Teoria che ha sposato pure Edward Schneider dell’Huffington Post americano che una settimana fa circa mi ha dedicato un intero post ricostruendo come ha preparato una vera amatriciana seguendo la mia ricetta: ora, io che sono già molto boriosa avevo secondo voi bisogno di qualcuno che dall’America mi rendesse ancora più piena di me? 🙂 No di certo ma questo dimostra come a tutti, anche quelli che sono accusati di non capire niente di cucina vera e buona, piace mangiare bene e tradizionale, alla faccia dei grandi chef che presenziano ovunque dispensando perle di (sciocca) saggezza.

Siccome io sono, ribadisco, boriosa e pure molto supponente vi pare che potevo lasciarvi senza video ricetta dei bucatini all’amatriciana secondo la ricetta originale romana?

Giammai amici, quindi la trovate di seguito: la ricetta è in tutto il suo splendore, la sottoscritta tra le solite occhiaie, dei capelli indecenti, problemi di lessico e vocabolario pure stavolta la sua bella figurella l’ha fatta tutta aggiungendo un tassello al puzzle chiamato “scala tu il successo per prendere il posto di Wilma De Angelis”.

Insomma, ecco la video ricetta dell’amatriciana, io continuo la mia avventura per trovare spazio nelle cucine che contano cercando l’ispirazione giusta in Marisa Laurito e Wilma De Angelis e con una certa attenzione pure a Sora Lella…