Torta di banane e noci per l’autunno-inverno

torta banane e noci ricetta

Con l’inverno la voglia di mangiare dolci sostanziosi e non necessariamente zuccheri in maniera incredibile cresce e non è raro che mi ritrovi a provare ricette che prevedono l’uso di frutta secca come per esempio questa torta di banane e noci.

Io le ho dato la forma di un plum cake ma si può tranquillamente preparare in una teglia rotonda e servire come una normale cake per accompagnare caffè, tè o un cappuccino bollente quando fuori è freddo.

E’ una torta sostanziosa ma dai sapori essenziali, ricca e ideale quando le temperature scendono e abbiamo bisogno di una coccola; non è una torta leggera ma vale la pena sgarrare 😉

Cosa serve per una tortiera rotonda da 23 o uno stampo da plum cake medio
90 grammi di farina
70 grammi di noci
200 grammi di fiocchi di avena
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di bicarbonato
115 grammi di burro a temperatura ambiente
150 grammi di zucchero di canna (Demerara secondo me è il meglio)
2 uova a temperatura ambiente
2 banane schiacciate
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
Buccia grattata di mezzo limone
Noci per la superficie

Come si fa
1. Scaldare il forno a 180° e imburrare lo stampo o la tortiera. Mescolare farina, avena, sale e bicarbonato in una ciotola. Sminuzzare le noci e versarle nel composto secco.
2. Sbattere il burro e lo zucchero di canna fino ad ottenere una crema quindi aggiungere le uova, una alla volta e sempre sbattendo. Aggiungere le banane schiacciate, la buccia del limone e l’estratto di vaniglia mescolando per bene.
3. Versare gli ingredienti secchi dentro quelli umidi, mescolare e versare nella tortiera.
4. Sminuzzare alcune noci e lasciarne altre intere, aggiungetele in superficie sulla torta premendo leggermente. Cuocere per 30-35 minuti in forno a 180° quindi sfornare, lasciar raffreddare e servire.

Tempo di preparazione: 45 minuti

Risultato: corposa, ricca e saporita. Ideale per grandi e piccoli.

Variante: potete ricoprire la superficie con un crumble ottenuto mescolando noci sminuzzate, farina, avena, zucchero e burro.

Postillina: i celiaci NON sono al sicuro se utilizzano avena. Il dibattito sull’avena e sul suo impiego in una dieta senza glutine è aperto e tutt’altro che definitivo. Io sostituisco l’avena con il porridge senza glutine.

Consiglio: si mantiene bene per 4 giorni in una contenitore ermetico avendo cura di aprirlo ogni tanto per evitare che si formi la condensa.