Spritz, la ricetta originale per l’aperitivo italiano

spritz ricetta aperitivo

Estate è tempo di Spritz! Estate, caldo, tempo di uscite a tutte le ore (evitando il caldo come ci ripetono ormai insistentemente tutti!), mangiando cose che ci aiutano a non disidratarci e, ovviamente, aperitivando tutti i giorni della settimana incuranti se il giorno dopo si deve andare a lavoro e, ancora di più, incuranti di qualsiasi conseguenza se si è in vacanza. E allora prepariamoci lo spritz seguendo la ricetta originale così se andiamo al bar possiamo dire con cognizione di causa se è buono oppure no e se ce lo facciamo a casa possiamo avvicinarci il più possibile al risultato del bar.

Le origini dello spritz sono davvero ignote e trovare quelle reali, oggi, non è così facile anche se la storia dice, per quanto possa valere in certi casi, che sia tutto merito dei soldati austriaci di passaggio nel Veneto che “allungarono” il vino veneto con dell’acqua frizzante.

Non a caso esistono diverse versioni di spritz: c’è chi usa Campari, chi usa Aperol, chi vino e acqua frizzante mescolati ma in tutti i casi il risultato è sempre garantito anche se la ricetta classica dello spritz è a base di Aperol.

Gli abitanti del Triveneto sostengono che il vero spritz è quello che si prepara mescolando vino bianco e acqua frizzante perché lo scopo è sempre stato, con lo spritz, di evitare che chi trascorre troppo tempo al bar si ubriachi; l’Aperol è stato aggiunto in seguito e non a caso ancora oggi si usa chiedere uno spritz liscio anche se quello “esportato” e conosciuto ovunque è quello rosso con Aperol.

Cosa serve per preparare uno spritz classico
2 parti di Aperol
3 parti di Prosecco
1 parte di Soda
Ghiaccio
Mezza fettina d’arancia

Come si fa
1. Versare in un bicchiere, seguendo questo ordine, ghiaccio, Prosecco, Aperol e infine acqua frizzante per ottenere una bevanda dal sapore omogeneo. Girare con una cannuccia e servire subito aggiungendo l’arancia.

Tempo di preparazione: 5 minuti

Aperol Spritz

Risultato: forte, colorato, fresco. E’ l’ideale per gli aperitivi estivi. Non solo a dire la verità 🙂

Variante: non esiste variante alla ricetta classica ma volendo potete sostituire il prosecco con del vino bianco secco.

Consiglio: non modificate l’ordine degli ingredienti perché il risultato finale cambia. Per esempio l’Aperol è più pesante del prosecco o del vino bianco per cui se lo mixate subito con gli altri ingredienti rischia di depositarsi sul fondo e non restituisce il sapore allo spritz oltre a non garantire la colorazione rossa.