Ricetta patatas bravas dalla Spagna

patatas bravas

Se siete stati in Spagna sapete benissimo di cosa parlo quando dico “patatas bravas” vero? E sapete bene quanto sono buone, gustose, appetitose, così sfiziose che se si inizia a mangiarne una non si finisce più.

La ricetta delle patatas bravas, essendo tradizionale spagnola, presenta tantissime varianti e tutti sostengono che la propria è la ricetta migliore (non vi ricorda qualcosa su una certa carbonara e amatriciana?). Io vi lascio la mia che arriva da Madrid e non contiene nessuna aberrazione ed è quella che più si avvicina alle patatas bravas che trovate nei bar sotto forma di tapa.

Cosa serve per 4 persone
1 kg di patate da friggere
2 pomodori maturi
1 peperone rosso
1 cipolla
3 spicchi d’aglio
1 peperoncino

Come si fa
1. Soffriggere aglio, cipolla, peperone e peperoncino tritati quindi, quando questi iniziano ad imbiondire, aggiungere l’aceto facendo attenzione a stare lontani dalla padella per evitare problemi agli occhi.
2. Mescolare bene e aggiungere il pomodoro ugualmente tritato. Lasciar cuocere in base ai propri gusti quindi tenendo il pomodoro più o meno fresco in relazione a come lo si preferisce. Una volta cotto frullare per ricavare una crema o passare al passaverdure.
3. Tagliare le patate a tocchi abbastanza grandi e quadrati. Friggerle in olio extravergine di oliva, scolarle e condirle con la salsa preparata in precedenza. Servire aggiungendo erbe o aromi o solo con il condimento piccante.

Tempo di preparazione: 20 minuti

Risultato: semplici ma sfiziose, piccanti abbastanza ma soprattutto appetitose.

Variante: alcuni non preparano il soffritto ma preparano il pomodoro e lo aromatizzano usando il tabasco per fare prima.

Consiglio: se avanzano purtroppo non possono essere riciclate in nessun modo quindi vi consiglio di prepararle e mangiarle subito, possibilmente calde.