Primi di pesce: tagliolini zucchine, gamberi e pomodori confit

tagliolini pesce

In genere non amo molto la pasta a meno che parliamo di pasta romana tradizionale: se devo scegliere tra un primo e un secondo scelgo sempre un secondo ma quando voglio mangiare pasta che non sia al pesto o ancora peggio al ragù “ripiego” sulla classica gamberetti e zucchine. L’ultima variante sperimentata con successo sono stati i tagliolini zucchine, gamberi e pomodori confit.

Ora, premesso che io la parola confit non la amo perchè si tratta di pomodori passati in forno e che chiamati in questo modo sembrano chissà che cosa, devo dire che il risultato finale è davvero soddisfacente in tutta la sua semplicità; il tocco in più, secondo me, è stato dato dalla pasta rigorosamente fatta in casa (presto la ricetta!) e tirata pochi minuti prima della cottura.

Cosa serve per 2 persone
200 grammi di tagliolini
3 zucchine
200 grammi di gamberetti, freschi o surgelati
4 pomodori rossi

Come si fa
1. Tagliare le zucchine a tocchettini e metterle a cuocere in un cucchiaio di olio e un pezzettino di peperoncino sminuzzato. Per evitare che si brucino, aggiungere acqua bollente all’occorrenza oppure, se amate i sapori particolari, del vino bianco di buona qualità;
2. A fine cottura delle zucchine aggiungere i gamberetti lavati e sgusciati se freschi oppure scongelati del tutto e sciacquati se congelati;
3. Nel frattempo prendere i 4 pomodori e tagliarli in 4 quindi metterli in forno su una teglia, bagnarli con olio, aggiungere sale e un pizzico di zucchero e lasciar cuocere per 20 minuti a 180°. Non devono essere appassiti come i classici confit ma devono “ammosciarsi” senza perdere troppo liquido;
4. Cuocere i tagliolini in acqua salata quindi scolarli e condirli con le zucchine e i gamberetti aggiungendo, a piacere, una manciata di timo per insaporire;
5. Impiattare e sistemare su ogni piatto anche i pomodori appena tolti dal forno con il loro sughetto e senza aggiungere altro.

Tempo di preparazione: 30 minuti

Risultato: semplici ed estivi nonostante siano caldi, i tagliolini assorbono perfettamente sia il condimento che il sughetto che si viene a formare e permettono di assaporare i vari gusti in maniera distinta e peculiare.

Variante: se non avete voglia o tempo, potete utilizzare le classiche farfalle o le linguine.

Consiglio: i pomodori possono essere utilizzati anche a crudo ma leggermente passati in forno acquistano una morbidezza davvero particolare e lo zucchero che li caramella conferisce al piatto un sapore davvero unico.