Pomodori ripieni di tonno al forno o freddi

Ricetta pomodori ripieni di tonno

Se dico pomodori ripieni cosa ti viene in mente? Quasi sicuramente, o almeno a me succede così, i pomodori ripieni di riso alla romana perché sono i più conosciuti e preparati. Se però come me ami i pomodori non puoi non provarli ripieni con il tonno, da mangiare sia tiepidi che freddi.

La ricetta è davvero semplice e veloce, adatta anche per i pranzi estivi da portare a lavoro o per le cene in terrazzo, prima di uscire a prendere un gelato; è una ricetta che piace sia ai grandi che ai piccoli e che può essere personalizzata a proprio piacimento, aggiungendo ingredienti che si sposano bene con il tonno o che, per contrasto, lo esaltano.

Cosa serve per 4 persone
8 pomodori rossi
8 foglie di basilico lavate
4 filetti di alici sott’olio
300 grammi di tonno
12 olive nere denocciolate
1 cucchiaio di capperi dissalati
Sale
Pepe
Olio extravergine di oliva
Pane grattuggiato al bisogno

Come si fanno i pomodori ripieni di tonno
1. Frullare il tonno sgocciolato con i filetti di alici, le olive e i capperi aggiungendo olio extravergine al bisogno per evitare che l’impasto sia troppo secco.
2. Togliere la calotta dai pomodori e metterla da parte. Svuotarli facendo attenzione a non rompere l’involucro, salarli e metterli da parte.
3. Aggiungere metà polpa del pomodoro all’impasto con il tonno, mescolare per bene con un cucchiaio, salare al bisogno, aggiungere pepe e mettere da parte.
4. Riempire i pomodori con l’impasto preparato in precedenza, cospargerli in superficie con poco pangrattato e sistemarli dentro una teglia oliata.
5. Chiudere ogni pomodoro ripieno con la sua calotta e cuocere in forno già caldo a 180° per 15 minuti facendo in modo che il pomodoro non si secchi troppo. Sfornare, lasciar intiepidire e servire.

Tempo di preparazione: 30 minuti

Pomodori ripieni di tonno

Risultato: semplici, saporiti, velocissimi. Un piatto che risolve pranzi e cene anche all’ultimo momento.

Variante: nel caso in cui tu abbia a disposizione pomodori buoni e freschi puoi non cuocerli ma lasciarli in frigorifero fino a 15 minuti prima di servirli o prepararli immediatamente prima di servirli.

Consiglio: se avanzano una volta cotti puoi tenerli fuori dal frigorifero per un paio di giorni e riscaldarli in forno aggiungendo poca acqua calda nella teglia. Se avanzano freddi si tengono bene in frigorifero per 24 ore dalla preparazione.