Pollo tikka masala, la ricetta della cucina indiana

masala

Questa cosa della cucina indiana sta pericolosamente minacciando la mia forma fisica: con la scusa che è roba che posso mangiare senza problemi, mi sto abbuffando come un maialino anche per colpa delle varie dimostrazioni e dei vari corsi che sto seguendo e così tutti i miei sforzi per avere un didietro dritto e sodo rischiano di vanificarsi in pochissimo tempo. Detto questo, dopo il korma di pollo vi presento un’altra ricetta che al palato occidentale piace parecchio, il pollo tikka masala. La ricetta è semplice e si dice sia il piatto indiano preferito da inglesi e irlandesi ma non chiedetemi perché anche se posso dirvi con certezza che è uno dei piatti che si trova più facilmente ovunque qua a Dublino; che sia preparato bene o meno è un altro discorso che è un piatto semplice da reperire e molto amato un altro. Purtroppo la foto rende solo parzialmente giustizia a questo piatto ma tanto siete abituati a foto schifose qua sopra no? 😀

La preparazione è semplicissima e si compone di due fasi: la grigliatura del pollo e la preparazione del masala, la salsa che lo accompagna. Ad un certo punto della storia le due fasi si uniscono ed esce fuori il chicken tikka masala che è l’unione di due ricette, chicken tikka e masala.

Per prepararlo correttamente ci si impiega un pochino perché il pollo va marinato per una notte in frigorifero ma il risultato ripaga l’attesa soprattutto calcolando che anche se sembra molto laborioso in realtà non si deve fare praticamente nessuno sforzo per preparare questo pollo. Le spezie si trovano praticamente ovunque ed esiste anche un preparato per tikka masala che si trova nei supermercati etnici: io l’ho provato una volta ma preferisco fare tutto da me! 😉

Cosa serve per 4 porzioni

Per il pollo tikka
1 kg di petto di pollo
1 cucchiaio di zenzero fresco grattato
3 spicchi di aglio sminuzzati
2 cucchiai di succo di limone
2 cucchiai di coriandolo in polvere
2 cucchiai di cumino in polvere
1/2 cucchiaino di mix di spezie garam masala
1/2 cucchiaino di peperoncino rosso
80 ml di yogurt bianco
2 cucchiai di pasta di pomodoro

Per il masala
2 cipolle sminuzzate
4 cucchiai di ghee (o burro semplice)
1/2 mezzo peperone tagliato a listarelle
4 cucchiai di coriandolo fresco sminuzzato
3 spicchi d’aglio tritati finemente
3 cucchiaini di Garam Masala
2 cucchiaini di cumino
2 cucchiaini di paprika piccante
2 cucchiaini di curcuma
350 grammi di passata di pomodoro
150 ml di panna da cucina
2 cucchiaini di zenzero fresco tritato

Come si fa
1. Preparare la marinatura del pollo mescolando tutte le spezie insieme allo yogurt, al limone e al pomodoro. Prendere il pollo, tagliarlo a dadini e immergerlo nella marinatura. Lasciarlo marinare in frigorifero per una notte quindi tirarlo fuori e cuocerlo su una bistecchiera, su una padella antiaderente o su un barbeque fino a quando non diventa tenero.
2. Preparare la salsa facendo soffriggere la cipolla nel ghee quindi aggiungere il peperone e l’aglio e cuocere tutto per un paio di minuti mescolando e a fiamma media. Aggiungere le spezie e la passata di pomodoro lasciando cuocere per 20 minuti a fuoco medio con coperchio e mescolando di tanto in tanto. Trascorsi i 20 minuti aggiungere la panna (fin quando il colorito della crema non diventa arancione) e lasciar restringere leggermente la salsa.
3. Prendere il pollo, versarlo nella salsa masala, lasciare sul fuoco per un paio di minuti mescolando e servire caldo accompagnato con riso basmati bollito.

Tempo di preparazione: parecchio ma ne vale la pena. Difficoltà 0.

chicken tikka

Risultato: speziato il giusto, semplice da preparare, ottimo sia accompagnato dal riso che dal pane indiano. E’ ideale quando fuori è freddo.

Variante: da quel che so è possibile anche preparare il masala frullando tutti gli ingredienti e mettendoli poi a restringere dentro una pentola insieme al ghee. Volendo si puo’ provare.

Consiglio: il pollo tikka masala si mangia caldo ma se avanza basta riscaldarlo e riciclarlo il giorno dopo. Il Chicken tikka si mantiene per un paio di giorni in frigorifero, il masala da solo regge al fresco per 3 giorni buoni.