Pizza sbattuta di Pasqua da Roma

pizza sbattuta roma

La pizza sbattuta di Pasqua è una ricetta tipica romana che si prepara per Pasqua e che si accompagna allo squaglio, la pizza cresciuta l’abbacchio, la coratella e tutto quello che si può mangiare dell’agnello.

La pizza sbattuta è una sorta di pan di spagna molto morbido, molto giallo per via delle uova e adatto per accompagnare la colazione a base di cioccolata e le merende; è una ricetta tipica di Pasqua ma non è detto non si possa preparare anche se Pasqua non è anche perché è talmente semplice da essere banale.

La sua particolarità è di essere alta alta alta e per essere così alta, alta, alta va sbattuta, e da qui il nome, per tanto tempo e a mano: circa un’oretta, tutto con la sola forza delle braccia (ai tempi che furono l’impasto si sbatteva con le mani). La ricetta non contiene lievito, neanche naturale, e per questo per fare in modo che monti va lavorata tantissimo e ti assicuro che alla fine la fatica viene tutta ripagata.

La pecca della pizza sbattuta è che se ne va via come il pane nonostante sia dolce: ne prendi una fetta piccola poi ne prendi una più grande e continui a tagliare.

Pizza sbattuta di Pasqua: ingredienti per una tortiera alta circa 28 cm

6 uova
6 tuorli
13 cucchiai di di zucchero
13 cucchiai di farina
1 bustina di vanillina

Pizza sbattuta di Pasqua: ricetta

  1. Sbattere a mano le uova intere, i tuorli, lo zucchero e la vanillina per circa 45 minuti.
  2. Aggiungere la farina un cucchiaio alla volta sempre continuando a sbattere a mano e continuare a sbattere per altri 25 minuti.
  3. Oliare la tortiera e infarinarla per bene quindi accendere il forno a 200°. Versare tutto l’impasto nella teglia, livellarlo sbattendolo sul piano fin quando non c’è traccia di bolle d’aria e infornare per 1 ora a 180°.
  4. Una volta cotta spegnere il forno, aprirlo e lasciar intiepidire la pizza all’interno in modo che si formi una specie di crosticina quindi sfornare e lasciare raffreddare del tutto prima di servire.

Tempo di preparazione: 1.15 h di preparazione + 1 h cottura

Risultato: semplice, veloce, genuina.

Variante: mi rendo conto che sbatterla a mano è faticoso per cui la si può montare con lo sbattitore elettrico calcolando almeno 15 minuti per la prima sbattitura e 15 per la seconda. Non di meno sennò non cresce.

Consiglio: si mantiene abbastanza bene per 3-4 giorni ma per evitare che si indurisca avvolgila nella carta bianca per i pacchi e chiudila con uno spaghetto aprendola solo quando va tagliata.