Pasticcio di pasta al forno per riciclare gli avanzi

pasticcio di pasta ricetta

Mettiamo che ci è avanzata della pasta e che di riscaldarla semplicemente in padella per farla rosolare non ci va che ci facciamo? Mica la buttiamo vero? Ennò, almeno io non lo faccio e riciclo tutto preparando un bel pasticcio di pasta avanzata che solitamente non solo mi evita di buttare gli avanzi ma anche di portare a tavola un piatto diverso, nuovo e sostanzioso.

Non immaginatevi un piatto da gourmet o di gran classe (sfido chi passa da queste parti a dire che si parla di roba sofistica eh? 😀 ) ma immaginatevi un piatto di sostanza, di quelli che sfamano, soddisfano e rendono migliori…

Con queste dosi si ottengono quattro porzioni quindi, volendo, due mangiate per due persone 😉 E volendo per fare le cose più delicate potete preparare delle mini porzioncine usando gli stampi da muffin e seguendo la stessa procedura.

Cosa serve per 4 persone
Pasta corta al ragù avanzata (in media calcoliamo 350 grammi)
1 tazze di besciamella preparata seguendo questo procedimento
3 cucchiai di parmigiano grattato
parmigiano grattato in abbondanza
1 tazza di ragù avanzato o di passata di pomodoro semplicemente riscaldata
2 fogli di pasta sfoglia pronta, surgelata o fresca (circa 350 grammi)
burro
sale

Come si fa
1. Stendere la pasta sfoglia (eventualmente dopo averla scongelata) e dividerla in due parti, una più grande dell’altra in modo tale che, chiudendola, si possano formare i bordi.
2. Prendere la pasta avanzata, condirla con il ragù avanzato o con la passata di pomodoro e mescolare per bene.
3. Aggiungere il parmigiano grattato alla besciamella, mescolare per bene e mettere da parte.
4. Comporre il pasticcio dentro una teglia imburrata adagiando il foglio di sfoglia più grande seguito da uno strato di pasta, uno strato di besciamella, uno di ragù e del parmigiano grattato in quantità a piacere continuando fino ad esaurimento degli ingredienti.
5. Chiudere con il secondo foglio di sfoglia, sigillare i bordi e mettere in forno caldo per 30 minuti a 200° . Sfornare, far intiepidire e servire.

Tempo di preparazione: 1 ora

Risultato: saporita, corposa, sostanziosa. Ideale per riciclare la pasta e per portare a tavola un piatto diverso e gustoso.

Variante: potete evitare di ricondire la pasta e usare il ragù o la passata alternandolo agli altri strati di ingredienti direttamente nella teglia per un effetto meno “mappazza”.

Consiglio: una volta cotta e preparata si mantiene bene per 3-4 giorni e può essere riscaldata in forno aggiungendo poca acqua direttamente nella teglia.