Pasta alla Norma, la ricetta tradizionale

Pasta alla Norma

Pasta alla Norma: un nome, una garanzia in estate, grazie al suo sapore deciso e alla sua estrema riconoscibilità. Con il caldo è tempo di melanzane e pomodori rossi da cui ricavare una bella passata e quindi, per proprietà transitiva, di pasta alla Norma: pochi ingredienti, poca fatica e tanta tanta resa se gli ingredienti scelti sono freschi e di ottima qualità per una ricetta tradizionale che fa sempre effetto.

Il nome Norma si dice sia dovuto all’omonima opera di Vincenzo Bellini, considerata la più bella della sua intera produzione. A paragonare questo piatto alla Norma di Bellini pare sia stato Nino Martoglio, scrittore e poeta siciliano, ed è da allora che il piatto ha preso questo nome.

La vera pasta alla Norma siciliana, quella che arriva da Catania, è preparata usando melanzane fritte, pomodoro, basilico e ricotta salata di pecora; alcuni sostituiscono la ricotta salata di pecora con della ricotta affumicata, ma la ricetta tradizionale richiede che si usi solo la classica di pecora. Puoi anche condire la pasta appena scolata con la ricotta salata e poi aggiungere il sugo e le melanzane.

Puoi variare provando questa ricetta ma non chiamarla Norma, mi raccomando!

Per preparare le melanzane fritte da usare per la pasta alla Norma, puoi seguire le mie indicazioni che trovi qui mentre nel caso in cui la pasta già condita avanzasse, puoi riscaldarla il forno aggiungendo pochissima acqua oppure trattandola come fosse un timballo o una pasta al forno, aggiungendo dunque del formaggio.

Ingredienti per 4 persone

  • 300 grammi di pasta (corta o lunga, non ha importanza)
  • 3 melanzane grandi
  • 2 spicchi di aglio
  • 500 grammi di pomodori pelati
  • 8/10 foglie di basilico fresco
  • 100 grammi di ricotta salata
  • sale
  • pepe
  • olio per friggere

Procedimento

  1. Tagliare le melanzane a fettine, cospargerle con il sale e lasciarle scolare per 40 minuti.
  2. Nel frattempo preparare la salsa al pomodoro facendo prima di tutto dorare l’aglio e poi aggiungere i pelati lasciando cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti. Aggiungere metà delle foglie di basilico fresche e lasciar riposare.
  3. Friggere le melanzane scolate e tamponate in abbondante olio per frittura quindi scolarle e lasciarle freddare su un foglio di carta assorbente.
  4. Lessare la pasta al dente in acqua salata e nel frattempo grattare la ricotta. Scolare la pasta al dente, versarla nel sugo, aggiungere le melanzane e far saltare per un paio di minuti.
  5. Impiattare aggiungendo la ricotta salata grattata e le foglie di basilico restanti.

Tempo di preparazione: 15 minuti