Capretto al forno per Pasqua

capretto al forno

Il capretto al forno è uno dei piatti più famosi e preparati durante la Pasqua: si tratta infatti di un tipico secondo piatto che può essere accompagnato da patate, insalata o verdura di stagione. Spesso al capretto si accompagna anche l’agnello oppure uno può sostituire l’altro (scopri le differenze tra agnello e capretto cliccando qui).

Prima di passare alla ricetta del capretto al forno per Pasqua, voglio darti qualche informazione utile per scegliere il capretto perfetto e cucinarlo alla perfezione:

  • carré, spalla e cosciotto sono i tagli di capretto più buoni perché più saporiti ma anche più morbidi;
  • il vino rosso è l’abbinamento perfetto per il capretto;
  • il vino bianco va usato per la marinatura perché il rosso coprirebbe eccessivamente il sapore delicato della carne.

La ricetta di questo capretto al forno è molto simile a quella dell’abbacchio al forno, dal quale si differenzia leggermente per la marinatura e soprattutto per l’assenza della salsa finale.

Alla fine dell’articolo, troverai alcune interessanti varianti per cucinare il tuo capretto che potrai accompagnare ad uno dei tanti piatti tipici per Pasqua.

Ingredienti per 6 persone

  • 1,5 Kg di capretto
  • 2 Spicchi aglio
  • Aceto di vino bianco al bisogno
  • Vino bianco al bisogno
  • Rosmarino al bisogno
  • Olio
  • Sale
  • Pepe

Procedimento

  1. Tagliare il capretto a pezzi e condirlo con rosmarino, aglio a spicchi e vino. Lasciar marinare per una notte.
  2. Trascorso questo tempo togliere il capretto dalla marinatura e condirlo con olio di oliva, rosmarino, sale e pepe. Lasciar insaporire il capretto per 1 ora.
  3. Infornare il capretto a 180° per circa 55 minuti irrorandolo con del vino bianco o il liquido di cottura all’occorrenza.
  4. Quando il capretto è cotto toglierlo dal forno, bagnarlo con il liquido di cottura e servirlo.

Tempo di preparazione: 1 ora + marinatura

Capretto al forno: le varianti e i consigli utili

  • Puoi evitare di tagliare il capretto a pezzi e invece cucinare solo il carrè, ovvero la parte più vicina alle costole (come quello della foto). Dovrai in questo caso sceglierlo in pezzo unico e rosolarlo velocemente in padella prima di passarlo al forno. La marinatura consiglio di farla lo stesso anche se il carrè di capretto, così come quello di agnello, è meno forte di sapore;
  • Se preferisci, puoi anche cucinare il cosciotto di capretto: in questo caso salta la marinatura ma ricordati di praticare delle incisioni sulla carne e di sistemare all’interno di ogni “tasca” del rosmarino, aglio e sale irrorando tutto con olio. Rosola il cosciotto per pochi minuti in padella e sfumalo con vino bianco quindi infornalo per circa 1 ora e mezza in forno caldo a 170°, bagnandolo ogni tanto con il fondo di cottura;
  • Per dare un sapore e un colore ancora più unici al tuo capretto, ti consiglio di aggiungere del pomodoro in cottura. Non esagerare altrimenti il tuo diventerà un capretto in umido ma fai in modo che la carne si colori;
  • Per un sapore ancora più rustico e stagionale, usa del finocchietto selvatico o della menta romana per aromatizzare il tuo capretto.