Croccante di nocciole fatto in casa

croccante con nocciole

Croccante di nocciole fatto in casa: una delle tante ricette da preparare per Natale, da tenere in casa oppure regalare, intero o tagliato, proprio come le scorze di arancia candite al cioccolato o il torrone. Una ricetta della tradizione italiana che si può preparare a casa se si ha qualche ora a disposizione e, ovviamente, se si hanno ingredienti di prima qualità.

Il procedimento per preparare il croccante di nocciole a casa è semplice e si può utilizzare per preparare croccanti di tutti i tipi: alle mandorle, ai pinoli, misti con frutta secca di vario tipo e così via. Io lo preparo usando solo zucchero semolato ma è possibile prepararlo anche con del miele. Che differenza c’è tra il croccante preparato con lo zucchero e quello preparato con il miele? Si tratta di una differenza di consistenza: il croccante con zucchero è più duro perché lo zucchero viene caramellato e una volta freddo si secca (come nelle mele caramellate, per esempio). Al contrario, il croccante con il miele è più morbido perché il miele non indurisce come accade invece allo zucchero.

La ricetta tradizionale, per capirci quella del croccante che troviamo sulle bancarelle durante le feste di paese, prevede l’uso dello zucchero e non del miele, dal momento che il miele fa assomigliare il croccante più ad un torrone che ad un vero e proprio croccante.

Per fare in modo che lo zucchero si sciolga completamente, possiamo caramellarlo a fuoco basso mescolandolo di tanto in tanto; per velocizzare l’operazione basta caramellarlo con dell’acqua facendo attenzione a non esagerare per cui convenzionalmente si usano 150 grammi di zucchero per 2 cucchiai di acqua.

Siccome lo zucchero tende a sciogliersi alle alte temperature, se la tua casa è troppo calda è bene riporlo dentro un contenitore ermetico in frigorifero così da evitare che perda consistenza. In generale, lo si conserva dentro contenitori ermetici oppure avvolto nella carta stagnola e ha una durata massima di un mese.

Per aromatizzare il croccante, si può passare sulla sua superficie un arancia, un limone o un cedro interi: bisogna farlo prima che il croccante sia del tutto freddo in modo che abbia tempo di assorbire gli aromi. Qualcuno aggiunge qualche goccia di limone direttamente nello zucchero in fase di produzione del caramello ma il rischio è da un lato che l’aroma non si avverta e dall’altro che lo zucchero non riesca a caramellare del tutto.

Oltre ad essere ottimo mangiato da solo, può essere spezzato ed utilizzato per altri dolci: mousse, semifreddi e creme, così da dare a questo tipo di dolci la croccantezza che altrimenti gli manca.

Ingredienti per un croccante piccolo

  • 250 grammi di nocciole
  • 250 grammi di zucchero semolato
  • Acqua (opzionale)

Procedimento

  1. Tostare le nocciole in forno per circa 10 minuti. Tirarle fuori e metterle da parte.
  2. Preparare il caramello facendo sciogliere a fuoco medio-basso lo zucchero fin quando non sarà diventato giallo ambrato (per velocizzare il processo aggiungere poca acqua, calcolando 2 cucchiai di acqua ogni 150 grammi di zucchero)
  3. Quando il caramello è pronto, versare le nocciole tostate e mescolare per bene.
  4. Foderare una teglia di carta forno e spalmare in superficie dell’olio di semi.
  5. Versare il caramello e le nocciole quindi, coprire con un altro foglio di carta forno, livellare bene con le mani o con un mattarello da cucina.
  6. Togliere la carta forno, lasciar raffreddare del tutto il caramello in modo che si assesti. Una volta freddo, tagliare il croccante a pezzi e servirlo oppure incartarlo per regalarlo.

Tempo di preparazione: 3 ore