Pandoro senza glutine da fare a casa

Pandoro senza glutine ricetta

Il Natale è Natale anche per chi non mangia glutine e se è vero che in circolazione ci sono ormai tantissimi prodotti gluten free è anche vero che prepararseli da soli a casa è sempre meglio. La ricetta per questo pandoro senza glutine è stata provata e riprovata, sbagliata e sbagliata fino ad arrivare ad un risultato davvero davvero come si deve, a prova dei più esigenti.

La grande differenza con il pandoro classico è la presenza di farine senza glutine che danno vita ad un impasto all’apparenza meno morbido e delicato ma che in realtà, in cottura, sprigiona un profumo incredibile per un lievitato morbido e soffice.

In questo caso ho usato nello specifico delle farine per dolci perché per ottenere un lievitato come si deve è necessario che le farine siano quelle apposite; si potrebbe provare con farine naturalmente senza glutine ma il tempo che ci si impiega è maggiore e anche il risultato non garantito. La ricetta è la stessa usata per il pandoro classico con una variante: l’utilizzo di panna al posto del latte per dare più sostanza e “pesantezza” all’impasto.

La problematica più grande nella preparazione del pandoro senza glutine a casa è che la farina non è forte e questo significa che tutti gli ingredienti grassi e forti, burro e panna, devono essere bilanciati in maniera tale che non sovrastino gli altri diventando eccessivi.

Non ho usato il lievito fresco ma il lievito in polvere evitando di preparare il lievitino e andando direttamente con un singolo impasto la cui consistenza, nello stampo, è quella di una torta (simil margherita ma più compatta); mi sento di consigliare, per chi vuole cimentarsi nel pandoro a doppia lievitazione, quello di Olga, vera esperta in materia.

Tra gli ingredienti figura anche lo xantano, una gomma naturale senza glutine che si usa per dare più struttura proprio ai lievitati senza glutine; maggiori informazioni sullo xantano qui mentre di seguito ti segnalo alcune tra le marche di xantano che preferisco e che puoi trovare su Amazon a prezzo spesso più basso che altrove:

Ingredienti per un pandoro da circa 1 Kg

  • 300 grammi di farina senza glutine per dolci (nello specifico ho usato la Molino Iaquone e la Dallagiovanna)
  • 3 tuorli
  • 2 uova intere
  • 5 grammi di xantano
  • 100 grammi di zucchero
  • 200 grammi di burro
  • 25 grammi di lievito in polvere
  • 50 grammi di latte
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia
  • un pizzico di sale
  • zucchero a velo

Procedimento

  1. Sbattere i tuorli e le uova insieme allo zucchero, al burro ammorbidito, al lievito, al latte e alla vaniglia.
  2. Aggiungere la farina e un pizzico di sale e mescolare per bene fino ad ottenere un composto morbido.
  3. Lasciar lievitare l’impasto per 2 ore quindi sgonfiarlo con le mani o con un cucchiaio e versarlo in uno stampo da pandoro lasciandolo lievitare per altre 3 ore circa.
  4. Scaldare il forno e cuocere il pandoro a 180° per 30 minuti e a 160° per 20 minuti facendo attenzione a non bruciarlo.
  5. Lasciar intiepidire il pandoro direttamente in forno quindi toglierlo dallo stampo e spolverarlo con zucchero a velo.

Tempo di preparazione: 6 ore

Pandoro senza glutine

Risultato: un impasto soffice e morbido, non un lievitato tradizionale ma molto più simile ad una torta. Un ottimo compromesso per non acquistare il pandoro commerciale.

Variante: è possibile, per dare un gusto ancora diverso al pandoro, aggiungere gocce di cioccolato all’impasto.

Consiglio: una volta preparato, si mantiene per un massimo di 3 giorni dentro un sacchetto di plastica. Tende a seccarsi in fretta quindi sarebbe sempre bene prepararlo e consumarlo in 24 ore così da gustarlo al meglio.

ricette tradizionali natale