Migliaccio napoletano di Carnevale con la ricetta tradizionale

Il migliaccio napoletano è una delle ricette più facili e particolari da preparare a casa per Carnevale che si affianca benissimo alle frittelle; una ricetta davvero semplice e veloce della tradizione napoletana che oggi si trova a tavola durante il periodo di Carnevale insieme a tanti altri dolci (e non solo!)

Il nome deriva dal miglio grezzo che si usava in passato per molte preparazioni povere e contadine ma dentro il migliaccio, oggi non c’è miglio.

Alcuni la chiamano semplicemente torta di semolino/a ma il suo vero nome è migliaccio e se sotto Carnevale capiti a Napoli o provincia o hai conoscenze in loco non avrai difficoltà a trovarlo, sia nelle pasticcerie che nei ristoranti e soprattutto nelle case, un po’ come accade con la pastiera a Pasqua.

Il migliaccio napoletano si può preparare anche in versione senza glutine usando farina di polenta per un risultato più o meno simile; per un risultato ancora più leggero si può eliminare la ricotta e aggiungere circa 100 grammi di cedro candito.

Il migliaccio si mantiene molto bene e per molto tempo; basta sistemarlo dentro un porta torta oppure su un piatto coperto affinché non perda compattezza.

Di seguito la mia ricetta per preparare il migliaccio napoletano a casa, con la ricetta originale e semplicissima.

Ingredienti per una teglia da 27/28 cm

  • 250 grammi di semolino
  • 250 grammi di ricotta
  • 250 ml di latte
  • 750 ml di acqua
  • 50 grammi di burro
  • 4 uova
  • 300 grammi di zucchero
  • la scorza intera di un limone
  • la scorza grattata di un limone
  • 2 cucchiai di essenza di vaniglia pura
  • 1 cucchiaio e mezzo di limoncello
  • Zucchero a velo

Procedimento

  1. Far bollire il latte, l’acqua, il burro e la scorza intera del limone. Una volta arrivato a bollore togliere la scorza del limone e versare il semolino a pioggia quindi, continuando a mescolare con un cucchiaio di legno, cuocere per circa 10-11 minuti ovvero fin quando il composto non è diventato parecchio denso (quasi duro);
  2. Setacciare la ricotta e lavorarla insieme alle uova, allo zucchero, alla scorza grattata del limone, all’essenza di vamiglia e al limoncello;
  3. Unire il composto con il semolino al composto con la ricotta formando un impasto cremoso (se necessario frullatelo in modo che non restino grumi);
  4. Imburrare la teglia e infarinarla quindi versare tutto l’impasto del migliaccio e cuocere in forno già caldo a 200° per circa 40-45 minuti fino a quando la superficie non risulti scura (come fosse un budino). Far raffreddare, spolverare di zucchero a velo e servire.

Tempo di preparazione: 1 ora

(Foto di Giuseppe)