Il Pan de los Muertos messicano per il Día de los Muertos

Pan de Muerto

In tutti i Paesi del mondo si celebra, in qualche modo, il giorno dei morti e dei Santi. Da noi ogni regione ha il suo dolce tipico (il pan dei morti, la rocciata, le fave dei morti solo per citarne alcuni) e anche nel resto del Mondo le cose non vanno tanto diversamente (basti pensare al barm brack irlandese, per citare una ricetta a caso). C’è un posto nel mondo dove il giorno dei morti si celebra in grande stile con feste, riti secolari e la preparazione di dolci tipici da condividere con tutta la famiglia: quel posto è il Messico e quel dolce tipico si chiama pan de los muertos.

Si prepara tradizionalmente qualche giorno prima dell’1 novembre quando iniziano le celebrazioni per il Día de Muertos e tradizionalmente lo si mangia di fronte alle tombe dei defunti che si vogliono ricordare se possibile insieme ai cibi tradizionali che il defunto amava mangiare quando era in vita. Non a caso il Dia de los Muertos non è una celebrazione triste ma giocosa e allegra nella credenza che la morte non è altro che il proseguimento naturale della vita, in un ciclo che continua e non si interrompe mai. Nel 2003 il Dia de los Muertos è stato dichiarato Patrimonio Intangibile dell’Umanità dall’UNESCO.

La ricetta del pan de los muertos è tra le più semplici da replicare perché essendo frutto di una tradizione contadina e povera si basa su ingredienti poveri e semplici da reperire: la base è un classico pane che viene aromatizzato con l’anice o con l’acqua di arancio mentre in superficie, come si fa con gli hot cross buns, si pratica una croce che rappresenta la continuità vita-morte e allo stesso tempo evita che il pane si bruci.

Cose serve per un pan de los muertos da circa 450 grammi
250 grammi di farina forte (controllare sulla confezione la forza verificano l’indice W che deve essere tra 250 e 350)
50 grammi di burro
5 grammi di lievito istantaneo
1 cucchiaino di sale
65 grammi di zucchero semolato
1 uovo
60 grammi di latte intero
1/2 scorza di arancia grattata

Per guarnire
1 uovo sbattuto
Zucchero semolato

Come si fa
1. Versare tutti gli ingredienti, tranne il burro, in una ciotola e mescolare per bene. Una volta che l’impasto inizia a prendere forma aggiungere gradualmente il burro a tocchetti, impastare per bene e mettere a lievitare dentro una ciotola unta e coperta con un telo di cotone fin quando l’impasto non raddoppia.
2. Trascorso il tempo di lievitazione ricavare dall’impasto un panetto abbastanza grande e due strisce di pasta. Mettere di nuovo tutto a lievitare fin quando l’impasto non raddoppia ancora.
3. Una volta che il panetto è lievitato spennellare la superficie con l’uovo e appoggiare le due strisce di pasta a forma di X sulla superficie. Spennellare ancora, versare zucchero semolato a caduta e cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti facendo attenzione a non far bruciare la superficie. Lasciar raffreddare, tagliare a fettine e servire.

Tempo di preparazione: 3 ore

Pan de Los Muertos

Risultato: morbido all’esterno e croccantino all’esterno, questo pane è profumatissimo e adatto sia per la colazione che per le merende.

Variante: al posto dell’arancia potete usare 1 cucchiaio di semi di anice per aromatizzare.

Variante 2: la versione senza glutine prevede le stesse dosi di ingredienti dividendo la farina tra quella senza glutine classica e quella di mais e aggiungendo anche xanthano per addensare.

Consiglio: esattamente come tutto il pane, anche questo deve essere conservato in un panno di cotone o dentro una busta di carta altrimenti si secca. Potete prepararlo e congelarlo, tirandolo fuori al bisogno.