Il gelo di anguria alla siciliana o gelo di mellone

gelo di anguria gelo di mellone

Con il caldo di questi giorni c’è solo una possibilità: attaccarsi al congelatore e, quando serve, infilarsi dentro per uscirne raffreddati. Fa caldo, tutti lo dicono e tutti sembrano quasi contenti di poterlo dire anche se soffrono e così per sfuggire la calura si trovano quanti più stratagemmi, anche in cucina. Come il fantastico gelo di anguria, questa ricetta siciliana semplice semplice che secondo me è adattissima a questo periodo e che rinfresca oltre ad essere colorata.

Il gelo di anguria si chiama in realtà, in siciliano, gelu di muluna o gelo di melone/mellone ma non fatevi ingannare perché melone è anguria e anche questo è il bello di questa ricetta: quando l’ho preparata tutti si aspettavano una specie di dessert al melone giallo e quando hanno visto che era rosso hanno addirittura pensato fosse un esperimento chimico.

Unica accortezza: l’anguria deve essere rossa rossa, succosa e dolce e voi dovete avere pazienza perché una volta preparata va lasciata a raffreddare per almeno 3 ore.

A Palermo il gelo si serve per tradizione il giorno di Santa Rosalia e si prepara usando l’acqua di gelsomino per aromatizzare; mi dicono che il gelo di anguria è anche tipico di Ferragosto e chi sono io per obiettare?

Cosa serve per 4 porzioni abbondanti
1 kg di anguria (solo polpa)
60 grammi di amido di mais o frumento
200 grammi di zucchero
50 grammi di gocce di cioccolato
50 grammi di pistacchi tritati
50 grammi di zucca candita
un pizzico di cannella in polvere

Come si fa
1. Tagliare l’anguria a dadini e schiacciarla filtrandola fino a quando non si ottiene solo il succo. Versare il succo dell’anguria dentro una pentola grande, aggiungere l’amido e lo zucchero quindi, mescolando, accendere il fornello e portare a lenta ebollizione lasciando poi bollire per altri 5 minuti così da addensare il liquido.
2. Aggiungere la cannella dopo aver tolto il composto dal fuoco e mescolare lentamente quindi lasciar raffreddare e aggiungere le gocce di cioccolato e la zucca candita. Trasferire nelle coppette o nei bicchieri (o nei barattolini posh) quindi mettere in frigorifero per almeno 3 ore.
3. Servire quando il gelo ha assunto una consistenza budinosa aggiungendo eventualmente i pistacchi tritati ed altre gocce di cioccolato oppure altri ingredienti a piacere.

Tempo di preparazione: 1 ora + raffreddamento

Risultato: semplice e gustoso, questo gelo di anguria secondo me è la sorpresa che si porta a tavola quando meno la si aspetta. E’ un ottimo sostituto della frutta ma essendo particolarmente dolce va assunto con moderazione.

Variante: la zucca candita è facoltativa mentre qualcuno sostituisce la cannella con la vaniglia. Altri ancora usano diversi tipi di frutta secca e altre spezie tra cui chiodi di garofano per aromatizzare.

Consiglio: si mantiene in frigorifero per 3-4 giorni senza subire trasformazioni di nessun tipo.