Hot whiskey, la ricetta irlandese della bevanda da pub

whiskey caldo

Più di 1 anno fa scrissi una ricetta che proprio ricetta non è, l’irish coffee, che continua ad essere una di quelle che mi chiedono di più, sarà perchè è facile sarà perchè è gustosa. Accanto a questa bevanda l’irlandese medio ne beve un’altra, in inverno quando è freddo, che ha un suo perchè nonostante per noi italiani, almeno all’inizio, non ha granchè senso: hot whiskey.

La ricetta se per caso volete replicarla a casa è semplicissima e prevede l’utilizzo di pochissimi ingredienti e di whiskey di ottima qualità altrimenti il risultato è una sorta di sciroppo caldo: in tutti i casi oltre ad essere un liquore è anche un toccasana per tosse, raffreddore e febbre quindi se vi viene voglia e vi guardano male giustificatevi dicendo che non vi sentite bene! 😀

Cosa serve per una tazza di hot whiskey
1 tazza alta di acqua bollente
1 bicchierino di whiskey irlandese
2 cucchiaini di zucchero (o di miele buono)
2 fette di limone
6 chiodi di garofano

Preparazione
1. Infilzare su ogni fetta di limone 3 chiodi di garofano e mettere da parte.
2. Versare il whiskey in un bicchiere alto e aggiungere il limone e il whiskey.
3. Aggiungere nel bicchiere anche il limone con i chiodi di garofano e l’acqua calda arrivando quasi alla sommità. Girare fin quando lo zucchero non si è sciolto del tutto e bere caldo.

Tempo di preparazione
: 10 minuti

Visto com’è facile? Non vi ricorda un po’ il nostro canarino? Facciamo così: se la scusa del raffreddore non basta, dite che avete mal di stomaco e via… solitamente funziona, nessuno chiede e ci si può “enjoyare” l’hot whiskey in santa pace e tranquillità! 🙂