Granita al caffè con panna, la ricetta immancabile in estate

granita-caffe

Oltre ad essere un’amante senza ritegno del gelato, io sono un’amante della granita di caffè a tutte le ore del giorno e della notte. Raramente mi lascio sfuggire l’occasione di mangiarla quando posso e, picchiatemi pure se volete, non esiste che io ci inzuppi dentro la brioscia alla siciliana: per me la granita di caffè va mangiata e gustata da sola, non ce n’è. Nonostante quel che si pensi, la ricetta della granita di caffè non è affatto difficile o almeno io ho escogitato un metodo che è l’antitesi della difficoltà.

Drizzate le orecchie prima che vi innervosite questa NON è la granita di caffè siciliana/messinese e NON è nemmeno la grattachecca romana. E’ granita di caffè e non pretende di soddisfare i gusti di chi pensa si possa preparare solo in un modo ma di chi invece vuole gustarsela a casa senza perderci troppo tempo.

Non serve gelatiera, non serve tritaghiaccio, non serve dover restare chiusi in casa per tre ore per smuoverla e non serve nemmeno chissà quanta fantasia: basta mettere insieme 3 e dico 3 ingredienti e il gioco è fatto.

Cosa serve per 6 bicchieri di granita
250 ml di caffè lungo e forte
4 cucchiaini di zucchero a velo
panna da montare fresca senza zucchero

Come si fa
1. Preparare il caffè lungo (tipo Nescafé) in modo che sia abbastanza forte. Appena è pronto, e ancora caldo, versare lo zucchero a velo e mescolare per farlo assorbire. Mettere da parte il caffè in una ciotola di vetro e lasciarlo freddare a temperatura ambiente.
2. Una volta freddo metterlo in congelatore e, appena iniziano a formarsi i primi granuli di ghiaccio, spezzarli con un cucchiaio. Lasciare in congelatore fin quando non diventa ghiacciata.
3. Poco prima di servire tirare la granita fuori dal congelatore e lasciarla a temperatura ambiente quindi, appena il blocco di ghiaccio inizia a spaccarsi grattare con un cucchiaio in modo da disintegrare la granita e renderla granulosa. Per ottenerla ancora più fina schiacciarla con un cucchiaio.
4. Mettere nei bicchieri, aggiungere la panna montata fredda di frigorifero e servire.

Tempo di preparazione: 4 ore

Risultato: è buona, è semplice, non richiede accortezze, è ideale da tenere in congelatore e tirare fuori all’occorrenza.

Variante: potete aggiungere al caffè ancora caldo delle essenze a piacere per esempio vaniglia o mandorla ma anche peperoncino o pepe nero per un sapore diverso dal solito.

Consiglio: se avete il tritaghiaccio è tutto molto ma molto più facile perché vi basta versare i blocchi di ghiaccio dentro il tritaghiaccio e ottenere la granita della consistenza che volete.