Gamberetti fritti con pastella, ricetta veloce e semplice

gamberetti fritti in pastella

E’ raro trovare dei gamberetti freschi, abbastanza grandi e quindi polposi e quando capita mi fiondo a capofitto perchè sono tra quelli che adorano questi crostacei e li mangio in tutti i modi e le maniere: uno tra i metodi più sbrigativi e veloci per prepararli è fritti con la pastella, conditi solo con limone e sale. Si preparano in poco e sono adatti per un bell’antipasto, accompagnati da insalata scondita, ketchup e maionese 😀

Cosa serve
Gamberetti
Farina
Acqua minerale
Olio extravergine di oliva
Sale
Limone

Come si fa
1. Se sono ancora interi, sgusciarli e togliere la testa ai gamberetti quindi sciacquarli sotto l’acqua e metterli a scolare.
2. Mettere dell’olio extravergine in una padella a scaldarsi e nel frattempo preparare un mix formato da farina e sale e aggiungere, regolandosi con la quantità in modo che il composto non sia troppo duro nè troppo liquido, l’acqua minerale. Pastellare i gamberetti scolati e, quando l’olio è caldo, tuffarli e friggerli per circa 5-6 minuti.
3. Scolare i gamberetti sulla carta assorbente, passarli su un piatto normale, salarli e aggiungere succo di limone. Servire tiepidi con ketchup e maionese.

Tempo di preparazione: 10 minuti

Risultato: croccantini esternamente e morbidi all’interno, i gamberetti fritti sono un buon modo per far mangiare il pesce anche ai più piccoli perchè hanno un gusto delicato che piace a tutti.

Variante: se non volete pastellarli mescolateli solo alla farina e al sale e procedete seguendo tutti i passaggi descritti tenendo conto che in questo caso i gamberetti impiegano meno tempo a cuocersi, circa 3 minuti.

Consiglio: questi frittini possono essere preparati anche con gamberetti surgelati ma, posto che il sapore dei freschi è tutta un’altra cosa, se volete provarci basta lasciar scongelare del tutto (in frigo e NON sotto l’acqua!) i gamberetti, sciacquarli per bene e seguire lo stesso procedimento descritto sopra.

Consiglio: io preferisco friggere con olio extravergine di oliva perchè mi piace il sapore che lascia sul cibo e non appesantisce. Ovviamente questi gamberetti, come tutti i fritti, non disdegnano l’olio per frittura specie quello di semi ai girasoli o alla soia.

Consiglio 2: La pastella senza uova potrebbe aprirsi perchè non ha legante per cui fate attenzione quando tuffate i gamberi a non fargli fare il triplo carpiato sennò vi perdete (guardate la foto per capire 😉 ) parte della pastella per strada!