Fiori di zucca fritti, ricetta romana originale e tradizionale

fiori di zucca

fiori di zucca fritti sono una delle ricette più classiche in assoluto quando parliamo di cucina romana.  Una ricetta che risale alla notte dei tempi e che oggi si trova nache fuori Roma nonostante in molti casi sia rivisitata e non rispecchi l’originale.

La ricetta richiede un ripieno con acciughe e provatura e  l’utilizzo di ingredienti di primissima scelta a partire dai fiori di zucca che devono essere grandi, di un colore intenso e senza alcun “graffio” inteso come macchia o bozzo; la ricetta tipica richiede provatura che è un formaggio simile alla mozzarella ma più solido e intenso di sapore che si ricava sempre da latte di mucca o di bufala e si trova in vendita nei supermercati o, ancora meglio, nei negozietti tradizionali.

La provatura può essere sostituita con la mozzarella ma non con mozzarella di bufalaperchè tira fuori molta/troppa acqua e rende difficile la frittura.

Fiori di zucca fritti: ingredienti

Fiori di zucca
Provatura (o mozzarella),
Acciughe
Farina
Sale
Acqua
Olio per la frittura

Fiori di zucca fritti: ricetta

  1. Preparare una pastella amalgamando gradualmente farina e acqua in una ciotola ovvero partendo con un cucchiaio di farina e un bicchiere e mezzo di acqua mescolando con una forchetta e continuando in questo modo (aggiungendo acqua e farina se serve) fino a quando si crea un mix nè troppo liquido nè troppo solido.
  2. Mettere a scolare il formaggio tagliato a dadini e svuotare i fiori di zucca, lavarli velocemente sotto l’acqua fredda scuotendoli (con grazia!) asciugarli delicatamente con un panno di cotone.
  3. Una volta asciugati, riempire subito i fiori di zuccacon un pezzettino di provatura/mozzarella e un’acciuga e richiudere la parte terminale in modo che il ripieno non esca quindi immergerli delicatamente nella pastella e sollevarli delicatamente con pollice e indice (o con una pinza da cucina se siete proprio accurati).
  4. Scaldare l’olio di semi per cui una volta pastellati buttare delicatamente i fiori di zucca nell’olio bollente e lasciarli cuocere per un paio di minuti girandoli con una forchetta. Scolarli sulla carta assorbente da cucina oppure, se siete davvero romani doc, sulla carta paglia che è la carta classica che si usa per mangiare i cartoccetti con i fritti. Si servono con l’aggiunta di pochissimo sale e si mangiano caldi.

Tempo di preparazione: 15 minuti

fiori di zucca

Consigli per preparare dei perfetti fiori di zucca fritti:

1. Il lievito NON si mette: non stiamo parlando di un prodotto lievitato ma di una frittura. La pastella a base di lievito è tipica della Campania MA i fiori di zucca fritti sono tipici di Roma.
2. La pastella NON va fatta riposare e anzi i fiori vanno pastellati prima possibile dopo averli lavati;
3. Le nonne ci hanno insegnato che una buona pastella è quella che si gonfia e uno dei segreti per farla gonfiare è utilizzare l’acqua minerale al posto della naturale. La birra viene usata oggi ma il sapore dei fiori fritti pastellati con la birra cambia molto rispetto all’originale.

(Foto di Giuseppe Milo)