Tortino al cioccolato con cuore morbido dagli anni Ottanta

Quando ha fatto la sua comparsa sui menù dei ristoranti più richiesti sembrava chissà cosa fosse questo tortino al cioccolato con il cuore morbido: ci si affannava per capire come era preparato, si credeva fosse chissà quanto difficile farselo a casa, si pensava che fosse roba da chef preparatissimi. Ma erano gli anni Ottanta o forse l’inizio dei Novanta, manco me lo ricordo più, e bastava una parolina in più da associare ad un piatto per scatenare gli istinti più pericolosi negli avventori delle “nuove” cucine.

Poi è arrivata la televisione che ha iniziato a sdoganare questo tortino e, soprattutto, un preparato di una nota marca che permetteva intorno ai primi anni del 2000 di prepararsi il tortino a casa senza perdere chissà quanto tempo ma aggiungendo solo uova e latte perché la cioccolata era già inclusa e i pirottini pure.

Quindi alla fine la ricetta non solo è diventata di pubblico dominio ma è anche scesa dal piedistallo e oggi mangiare il tortino di cioccolato con il cuore morbido non è difficile o costoso e farselo a casa è più facile di quel che sembra, senza nemmeno ricorrere alle bustine già pronte.

Cosa serve per 4 pirottini
100 grammi di cioccolato fondente
100 grammi di burro
2 uova
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina

Come si fa
1. Fondere il burro e il cioccolato a bagnomaria e nel frattempo montare le uova intere con lo zucchero.
2. Aggiungere il cioccolato fuso alle uova mescolando bene e alla fine aggiungere anche la farina.
3. Versare il composto negli stampini e metterli in congelatore per 15 minuti quindi infornarli a 180° per 10 minuti. Sfonare i tortini, lasciarli riposare 10 minuti e servirli spolverati di zucchero a velo.

Tempo di preparazione: 45 minuti circa

Risultato: e che glie’ voi dì? E’ cioccolata da tutte le parti, basta questo! 🙂

Variante: potete aromatizzare la cioccolata aggiungendo spezie a piacere oppure prepararlo usando la cioccolata bianca, seguendo lo stesso procedimento.

Consiglio: si puo’ preparare in anticipo, tenere in frigorifero e cuocere prima di servirlo. Se avanzano perdono la loro caratteristica principale, il cuore morbido, ma restano ottimi anche freddi.