Lo skillingsboller di Bergen per inebriarsi di cannella

brioche norvegia

Quanti conoscono, anche solo per sentito dire, i kanelbullar/cinnamon rolls (ricetta –> qui), i dolci con la cannella che si trovano all’Ikea e che, anche solo a sentire l’odore, rimandano direttamente ai Paesi del Nord Europa e, perché no, anche al Natale? Speculari ai kanelbullar sono gli skillingsboller, dolci tipici di Bergen che assomigliano moltissimo ai cugini svedesi salvo essere più alti e briosciati.

La ricetta è molto molto basilare perché si tratta di fatto di una brioche nel vero senso della parola e a fare la differenza è la lavorazione finale che consente alla cannella e allo zucchero di spiccare su tutti gli altri ingredienti e, in questo modo, di diventare protagonisti assoluti; altra particolarità rispetto agli “amici” svedesi è l’assenza di glassa esterna cosa che rende solo in apparenza più secco lo skillingsboller che però essendo molto idratato all’interno non soffre per nulla. Il segreto per un vero skillingsboller è non esagerare né con lo zucchero né con la cannella!

Lo skillingsboller (si pronuncia schillinsbolleh) è stato inventato a Bergen intorno alle fine del 1890 e ancora oggi a Bergen la BakerBru ne sforna di buonissimi e nelle sue diverse sedi a è letteralmente assediata nonostante il prezzo iniziale, 1 scellino, sia stato rimpiazzato da prezzi decisamente meno economici (35NK almeno, circa 4 euro).

Cosa serve per circa 25 skillingsboller
50 grammi di lievito
350 dl latte
90 grammi di burro a temperatura ambiente
70 grammi di zucchero
500 grammi di farina
2 cucchiai di burro fuso
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di cannella in polvere

Come si fa
1. Scaldare il latte e, una volta caldo, versarlo in una ciotola in alluminio o in vetro e sciogliere al suo interno il lievito mescolando per bene. Versare nel latte anche il burro e i 70 grammi di zucchero mescolando tutto per bene fin quando il burro non è completamente sciolto. Aggiungere al composto la farina setacciata e impastare fino a far incorporare tutti gli ingredienti.
2. Mettere a riposare l’impasto per un’ora circa, coperto con un panno di cotone e in un ambiente caldo e non umido.
3. Trascorsa l’ora stendere l’impasto abbastanza alto su un piano di legno e cospargerlo con il burro fuso, lo zucchero e la cannella. Arrotolare l’impasto in modo da formare una specie di salame quindi ricavare da questo delle fette spesse almeno 2 cm e massimo 4 cm.
4. Accendere il forno e, una volta caldo, infornare gli skillingboller dopo averli adagiati su una teglia coperta di carta forno e lasciarli cuocere a 200° per almeno 15 minuti o fin quando non sono dorati all’esterno e gonfi all’interno. Sfornare, lasciar raffreddare e servire con una bella tazza di latte o caffè.

Tempo di preparazione: 2 ore

skillingsboller

brioche norvegia
Alcune bakeries preparano lo skillingsboller intrecciandone la superficie in modo da racchiuderne il sapore!

Risultato: semplici, abbastanza veloci e basilari, questi dolci norvegesi sono il trionfo del gusto con la cannella che trionfa su tutto.

Variante: potete utilizzare la farina senza glutine seguendo lo stesso procedimento, ma aggiungendo 1/2 cucchiaino di gomma di guar per addensare per bene.

Consiglio: una volta pronti si mantengono per bene, in un contenitore ermetico, per un paio di giorni. Con il tempo tendono a seccarsi quindi potete prepararli e congelarli prima di infornarli; al bisogno basterà metterli in forno ancora congelati e cuocerli.