Come fare i fichi secchi

Fichi secchi ricetta

I fichi secchi sono una delle tante golosità che possiamo preparare alla fine dell’estate, per portare con noi il sapore della bella stagione anche in inverno. La prima cosa che viene in mente quando pensiamo ai fichi è sicuramente la marmellata ma proprio i fichi secchi sono un’alternativa golosa e facilissima da preparare e consumare in inverno, magari durante il periodo natalizio invece di comprare quelli già pronti e industriali.

Esattamente come per i pomodori secchi, anche i fichi secchi si preparano semplicemente usando ciò che la natura ci offre gratuitamente: il sole. Non servono chissà che attrezzature ma è importante avere a disposizione dei fichi freschi, sani e maturi al punto giusto in modo tale che, asciugandosi al sole, si secchino il giusto senza diventare croccanti ma mantenendo comunque un certo quantitativo di polpa all’interno.

Ovviamente il fatto che debbano essere essiccati sotto il sole implica che le tempistiche non siano proprio veloci: è infatti necessario che i fichi siano sempre esposti alle alte temperature per cui vanno tenuti sotto controllo, in modo tale che nel momento in cui il sole inizierà a girare e a cambiare posizione anche i fichi vengano spostati e venga cambiata la loro posizione.

Ecco per te la ricetta dei fichi secchi da fare a casa e sotto la ricetta troverai qualche indicazione per conservarli e renderli ancora più appetitosi.

Ingredienti

  • Fichi freschi e non eccessivamente maturi (verdi o neri/rossi)

Procedimento

  1. Lavare delicatamente i fichi sotto acqua fredda e tamponarli con un panno di cotone, schiacciandoli leggermente facendo attenzione a non far fuoriuscire la polpa;
  2. Rivestire un vassoio o una tavola di legno con un panno di cotone e sistemare su di esso i fichi a poca distanza l’uno dall’altro, coprendoli con una retina per evitare che attirino insetti;
  3. Esporli al sole e girarli 3 volte al giorno, ricordandosi di seguire sempre la direzione del sole e dunque di muovere il piano di appoggio in base a come e dove si sposta la luce solare;
  4. Ripetere la stessa operazione per 3 giorni, ricordando di tenere in casa i fichi durante la notte per evitare che si inumidiscano troppo;
  5. Una volta pronti, farcire i fichi secchi (vedi sotto) oppure sistemarli in modo che restino asciutti (vedi sotto per tutti i consigli).

Tempo di preparazione: 3 giorni

Come fare i fichi secchi

Altri consigli utili per preparare e conservare i fichi secchi a casa

  • Una volta pronti, i fichi possono essere conservati in barattoli a chiusura ermetica e sottovuoto (trovi maggiori informazioni qui) ma, ancora meglio, nelle buste sottovuoto in modo da evitare che rilascino acqua o liquido e che siano esposti a batteri (maggiori informazioni sul sottovuoto qui);
  • Una volta sottovuoto, i fichi possono essere consumati entro 12 mesi ma una volta aperta la busta vanno consumati entro e non oltre 1 settimana;
  • Se conservati in barattoli ermetici, possono essere consumati nel giro di 6-8 mesi, e una volta aperto il barattolo va terminato entro una settimana;
  • Per farcire i fichi secchi, basta inciderli leggermente e riempirli con una mandorla, del cedro candito, una nocciola, una noci e volendo passarli velocemente in forno caldo per farli dorare;
  • I fichi secchi possono essere caramellati prima di essere messi via: basta spennellarli con una miscela di acqua e zucchero (1 parte di acqua, 2 di zucchero) e metterli in forno caldo a 180°C per circa 15 minuti;
  • In mancanza di sole, è possibile essiccare i fichi in forno: basta sistemare i fichi su una placca coperta di carta forno e lasciarli in forno, alla temperatura più bassa possibile e con lo sportello aperto a metà per evitare che si formi umidità, per almeno 3 ore o fin quando non saranno asciutti. Il processo in forno è più veloce ma non più semplice dal momento che la temperatura del forno potrebbe bruciarli velocemente, per cui è necessario prestare estrema attenzione;
  • Come tutta la verdura e la frutta, anche i fichi possono essere essiccati usando l’essiccatore. Ne esistono diversi modelli, a diversi prezzi, ma per uso casalingo io consiglio questo, pratico e semplice che ti permette di essiccare nel giro di poche ore e senza grandi problematiche tutta la frutta e la verdura che vuoi conservare.