I corn dogs americani, ovvero la ricetta dei wurstel fritti

Se ci fosse un premio nazionale o internazionale per chi ama le schifezze in cucina io potrei essere una delle candidate al premio: non ne abuso ma non mi sottraggo all’assaggio specie quando si tratta di fritto che è notoriamente una mia passione. Così non potevo, prima o poi su questo blog, passarvi una ricetta che è la quintessenza della maialaggine: la ricetta dei corn dogs americani, stecchi con i wurstel fritti.

Non è uno scherzo, esistono davvero e in California sono quasi un piatto nazionale ma anche a New York a quanto pare non scherzano; è una di quelle ricette che piace a grandi e piccoli, che ti propinano alla partita di basket o in spiaggia mentre stai facendo una passeggiata, solitamente facendo seguire al corn dog un bel bicchierozzo di qualsiasi tipo di “soda”, chiamasi così bevanda gassata da morire.

In teoria non è una ricetta senza glutine perché si usa la farina ma se la sostituite con la fecola di patate e usate wurstel GF il problema è risolto; e sappiate che si tratta di una pastella anche abbastanza dolciastra e proprio per questo motivo poi il corn dog viene inzuppato in salse di tutti i tipi, come se non fosse abbastanza pesante! 😀

Cosa serve per 10 corn dogs
10 wurstel
300 grammi di farina di mais
1 uovo
80 grammi di farina (o fecola di patate per versione GF)
400 ml di latte
1 cucchiaio di bicarbonato
1 cucchiaio di paprica dolce
1 cucchiaino di sale
3 cucchiai di zucchero
farina
Olio di semi per friggere

Come si fa
1. Preparare la pastella mescolando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto abbastanza morbido.
2. Scaldare l’olio di semi per frittura. Infilzare i wurstel (se troppo grandi dopo averli tagliati a metà) negli stecchi da lecca lecca o nei bastoncini per spiedini. Passarli nella farina o nella fecola di patate quindi nella pastella.
3. Quando l’olio è caldo tuffare i wurstel nell’olio e friggere fin quando non risultano dorati. Servire caldi accompagnando con maionese, ketchup, senape, salsa barbecue e tutto quello che volete.

Tempo di preparazione: 10 minuti

Risultato: croccanti fuori, morbidi e saporiti dentro. Sono ottimi, giuro che sono ottimi ma pesanti come macigni. Solitamente si accompagnano con il formaggio fritto, tanto per restare a tema, e non se ne mangiano più di 2 a testa (con le dovute eccezioni).

Variante: per una pastella più leggera e un corn dog meno pesante togliete l’uovo e anche lo zucchero.

Postillina: ogni anno a marzo si svolge negli Stati Uniti il National Corndog Day in cui si friggono wurstel all’impazzata e si improvvisano e testano ricette diverse dalla classica. Inutile dire che il mio desiderio impellente è di prendere parte ad uno degli eventi vero? 🙂

(Foto scattata da Brent Hofacker)