Contorni veloci: asparagi gratinati con salsa di vino bianco

gratin asparagi

Dite la verità: vorreste mettervi a dieta dopo i bagordi delle feste vero? E vorreste mangiare solo risetto in bianco, brodino, insalatina e petto di pollo scondito, vero? Che poi tutto resta tra i buoni propositi e le cose da fare per il 2011, per l’inizio del 2011, è un’altra questione e onestamente appoggio tutti quelli che rimandano 🙂

Quindi per farvi cosa gradita vi “regalo” la non certo leggera, ma buonissima ve lo assicuro, ricetta degli asparagi al vino che, secondo esperti di fama mondiale :), avrebbe un totale di 260 calorie e dunque sotto sotto sarebbe anche leggera. Io ci credo poco ma sappiate che amo talmente tanto gli asparagi che se mi li rifilano bolliti con un filo di olio e del sale li mangio lo stesso che poi mi fanno fare una plin plin lunghissima e puzzolentissima e allora mi sembra di essermi depurata tantissimo 😉 .

Prendendo come base due persone utilizzo 400 grammi di asparagi freschi, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 100 ml di vino bianco (1 bicchiere all’incirca), 20 grammi di farina (1 cucchiaio circa), 20 grammi di panna da cucina (un cucchiaio e mezzo circa) 20 grammi di pangrattato (1 cucchiaio circa), peperoncino, prezzemolo, sale e pepe a piacere.

Per prima cosa prendo una padella abbastanza grande e con i bordi alti (il wok per me è perfetto ma io ci cucino tutto, figuriamoci) e ci verso l’olio aggiungendo del prezzemolo e un pochino di peperoncino secco quindi quando il peperoncino inizia a friggere (in pratica bubbola quasi, detto in gergo tecnico 🙂 ) unisco il vino e lascio evaporare poi aggiungo la farina, la panna e un paio di cucchiai di acqua quindi lascio addensare la salsina.

Una volta bella densa ma non dura sistemo le punte degli asparagi in una pirofila in alluminio, li ricopro con la salsetta, aggiungo poco olio, il pangrattato e il pepe e lascio in forno per circa 30 minuti a 200°; tolgo dal forno quando lo strato superiore risulta gratinato e gli asparagi risultano ben cotti e abbastanza morbidi ma che non si frantumano toccandoli.

Tempo di preparazione: 33 minuti

Variante: la ricetta originale, presa non mi ricordo dove, prevede anche l’uso della cipolla ma io sono leggermente intollerante (poi un giorno vi racconterò il motivo 🙂 ) e l’ho eliminata del tutto così come ho eliminato l’aglio perchè non lo amo. Sì, sono strana e allora?:D

Variante 2: il saggio dice che volendo si potrebbe aggiungere del salmone a pezzettini ma la Cuochina non ha mai provato e, nonostante l’abbinamento asparagi-salmone sia uno tra i migliori, non se la sente di consigliarlo. Se voi avete esperienze, dite pure e sarete ascoltati 🙂

Consigli: per capire se la salsa al vino bianco è pronta prendete un cucchiaio e se la crema scende da questo senza problemi vuol dire che è ora di toglierla dal fuoco. In buona sostanza non deve essere troppo liquida come se fosse acquosa ma neanche troppo solida come se fosse un mattone.