Cherry pie, la ricetta della crostata di ciliegie americana

ricetta cherry pie

Non so quante volte l’avete vista nei film ma la cherry pie, la crostata alla ciliegia, è uno dei dolci più rappresentativi della cultura americana. Una ricetta, quella della cherry pie, che fa parte della tradizione dell’home baking, di quelle ricette che si tramandano di generazione in generazione e che restano fedeli al dettato classico.

Il riferimento classico cinematografico alla cherry pie? Twin Peaks, of course con il famosissimo Double R Diner, il posto preferito dall’Agente dell’FBI Dale Cooper proprio per la sua torta.

La particolarità della cherry pie è una base molto burrosa ma non dolce (anzi abbastanza insapore) e un ripieno al contrario molto dolce: il risultato è un contrasto di sapori decisamente interessante per quella che noi definiremmo crostata alle ciliegie che è ottima sia calda che fredda. Rispetto alla nostra crostata di ciliegie cambia dunque non solo la base ma anche la preparazione delle ciliegie che vengono ridotte in purea e sciroppo e non in marmellata come invece facciamo noi italiani; questo fa sì che, al taglio, dalla pie fuoriesca il liquido delle ciliegie che va ad impregnare anche la frolla rendendola ancora più appetitosa.

In linea generale la cherry pie si presta benissimo a variazioni individuali per arrivare alla ricetta perfetta: c’è chi la preferisce più cotta fuori e con ciliegie meno cotte, chi viceversa vuole che le ciliegie siano cottissime all’interno e così via. La soluzione è provare e annotare in modo da trovare la ricetta perfetta.

Homemade cherry pie

Cosa serve per una cherry pie del diametro di 22-23cm

Per la base
310 grammi di farina
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di zucchero
220 grammi di burro non salato

Per il ripieno
1Kg di ciliegie denocciolate
200 grammi di zucchero
4 cucchiai di fecola di patate

Per cuocere
2 cucchiaini di burro non salato
Zucchero semolato al bisogno

Come si fa
1. Preparare la pasta mescolando farina, sale e zucchero quindi aggiungere anche il burro tagliato a dadini e impastare grossolanamente. Aggiungere l’acqua ghiacciata e continuare ad impastare fino ad ottenere una pasta abbastanza omogenea.
2. Dividere la pasta a metà e incartare le due metà separatamente in pellicola trasparente quindi riporle in frigorifero per almeno 1 ora.
3. Nel frattempo preparare le ciliegie dividendole a metà e togliendo il nocciolo quindi sistemarle dentro una casseruola antiaderente e, a fuoco basso, fare in modo che perdano parte del loro liquido. Mescolare zucchero e fecola e versare il composto sulle ciliegie dentro la casseruola avendo cura di mescolare per bene; rimettere su fiamma bassa e, sempre mescolando, far cuocere per bene in modo che il succo si restringa parecchio. Lasciar intiepidire le ciliegie e, se necessario, aggiungere poca acqua per evitare che la salsa sia troppo dura.
4. Riprendere i due dischi di pasta e stenderli fino ad arrivare ad un diametro di circa 21-22cm e sistemare il primo sul fondo della tortiera avendo cura di stenderlo coprendo anche i bordi.
5. Riempire la base con le ciliegie e appoggiare un paio di cucchiaini di burro distribuendoli sulle ciliegie in maniera omogenea quindi decidere quale dei due metodi seguire per la copertura: stendere la seconda metà della pasta e fare in modo che i bordi combacino, sigillandoli per bene con i rebbi di una forchetta o con le mani oppure prendere il secondo disco di pasta, ricavarne delle strisce abbastanza lunghe e larghe e posizionarle sulla pie.
6. Se si segue il primo metodo, praticare dei fori sulla superficie della torta per far uscire il vapore (in questo modo la pie sarà croccante sopra) altrimenti semplicemente cospargere di zucchero e cuocere in forno a 190° per almeno 50 minuti. Sfornare, lasciar freddare del tutto la cherry pie e servirla cherry da sola o con della panna montata.

Tempo di preparazione: 3 ore

cherry pie

Risultato: se le ciliegie sono ben cotte e la parte superiore è croccantina, questa ricetta è un successo assicurato!

Variante: è possibile usare le ciliegie sotto zucchero che vanno cotte per pochissimo tempo altrimenti si caramellano troppo. Ovviamente il risultato con le ciliegie fresche è tutto un’altra cosa.

Consiglio: le ciliegie cotte si mantengono per almeno 3 giorni così come la base per la pie. La cherry pie, se ben conservata in un luogo fresco, lontano dal sole e sotto una campana dura senza perdere gusto e sapore per un paio di giorni.