Coltelli da cucina: come scegliere i migliori e più utili in base alle tue esigenze

coltelli cucina scegliere

I coltelli da cucina sono i nostri primi alleati in cucina insieme ad un buon set di pentole; lavorare con dei coltelli scadenti non solo rende tutte le operazioni più difficili, ma rischia di rovinare anche il cibo migliore. Scegliere i coltelli da cucina sembra un gioco da ragazzi ma in realtà ci sono delle considerazioni da fare per evitare di doverli cambiare dopo poco e per fare invece in modo che durino per sempre. Ricordati che esistono coltelli per tutte le tipologie di cucina e per tagliare tutti i diversi alimenti e ingredienti ma in questa piccola guida vedremo come scegliere i coltelli indipendentemente dal loro utilizzo e dunque come valutare le loro caratteristiche.

Acquistare dei coltelli da cucina davvero utili

Quando dobbiamo acquistare dei coltelli da cucina, la prima cosa che si fa di solito è cercare i ceppi e i kit preassemblati. Il problema di questo tipo di prodotti è che contengono coltelli che difficilmente vengono utilizzati in cucina. Sicuramente si risparmia acquistando ceppi di coltelli, ma quanti se ne utilizzano poi davvero? La soluzione migliore è capire di quali coltelli si ha bisogno e investire per acquistare solo i necessari, anche a costo di pagarli di più: in questo caso avrai dei coltelli che userai e che ti dureranno nel tempo… anche senza ceppo!

I materiali dei coltelli da cucina

Oggi esistono coltelli di diversi materiali, utilizzati per diversi scopi e soprattutto adatti a diverse tipologie di utilizzatori. Questi i più usati per lame e manici.

I materiali delle lame

Acciaio Inox

Si tratta del materiale per coltelli maggiormente utilizzato in quanto resiste agli urti, non emana odori e può essere utilizzato per moltissimo tempo avendo solo l’accortezza di affilare la lama al bisogno.

Ceramica

Si tratta di un materiale di nuovo utilizzo che permette di lavorare con tutti i tipi di cibi ed evitarne l’ossidazione. Leggere e affilate, sono però delicate da mantenere perché richiedono parecchia cura.

Acciaio al carbonio

Molto resistenti ma allo stesso tempo tendono a rilasciare ruggine che, a contatto con gli alimenti, non è propriamente sicura o igienica. Sono i più economici, proprio per via del fatto che hanno poca resistenza alla ruggine.

coltelli cucina

I materiali dei manici

Legno

I classici manici dei coltelli sono in legno. Nonostante una facile e sicura impugnabilità, il legno essendo un materiale poroso assorbe odori e microorganismi per cui vanno usati con cautela e lavati sempre a mano.

Acciaio inox

Sono più pesanti ma anche più igienici in quanto non assorbono gli odori e si possono lavare in lavastoviglie.

Plastica

Economici ma spesso poco resistenti, i coltelli con manico in plastica sono informali e anche semplici da lavare. Possono essere lavati infatti in lavastoviglie ricordando che con il tempo tendono a scolorirsi e piano piano si possono rompere.

Come scegliere il coltello da cucina ideale

Esistono coltelli da cucina per tutti i tagli e le tipologie di utilizzo.  E’ buona norma avere a casa i seguenti:

Coltello trinciante

Serve per tritare, affettare e sminuzzare e presenta una lama triangolare curva lunga dai 15 ai 30 cm. Di solito è abbastanza pesante, perché è quello più usato in cucina.

Coltello per verdure

Ha una lama dai 18 ai 22 cm e non presenta punta proprio perché serve per affettare con precisione orientale le verdure.

Coltello seghettato

Lo si utilizza per tagliare diversi tipi di cibo, in special modo il pane, perché affetta senza schiacciare grazie ad una lama seghettata che può essere più o meno lunga.

Coltello per disossare

Solitamente abbastanza piccolo, con una lama che va da 9 a massimo 15 cm, si utilizza per disossare la carne senza danneggiare i tessuti.

Coltello per sfilettatura

Con la sua lama stretta e lunga di massimo 20 cm si usa soprattutto per sfilettare il pesce senza danneggiare i tessuti.

A questi si dovrebbero affiancare:

Coltello spelucchino

Un coltello tuttofare con lama classica o curva lunga dai 6 agli 11 cm. Viene usato per tagli netti e di precisione su verdura, frutta, carne e formaggio.

Mannaia

Lama piatta e regolare, abbastanza pesante, si usa per spezzare le ossa nella carne.

Mezzaluna

Una lama affilata e arrotondata tenuta insieme da due manici. Si usa con movimento oscillatorio ed è ideale per sminuzzare le verdure.

coltello pane

La pulizia dei coltelli

Il coltello è un elemento fondamentale in cucina che va, per questo motivo, trattato con cura per fare in modo che duri nel tempo. Per evitare problemi, ti consiglio queste tre operazioni:

  • Lava sempre i coltelli a mano, anche se possono essere lavati in lavastoviglie: in questo modo eviterai che si usurino;
  • Asciuga immediatamente i coltelli dopo averli lavati per evitare che si formi ruggine;
  • Riponi i coltelli puliti in un cassetto apposito, tenendoli separati da altri utensili per evitare che si scheggino.

Il mantenimento dei coltelli

Per fare in modo che i tuoi coltelli non subiscano l’usura del tempo, devi affilarli al bisogno. Per affilarli puoi rivolgerti ad un professionista o imparare a farlo a casa seguendo uno di questi metodi:

  • Usare l’acciaino, un asta di metallo ruvido su cui devi passare la lama del coltello inclinandola. Funziona sui coltelli ancora in buone condizioni.
  • Usare la pietra abrasiva, passando la lama sulla pietra con un movimento circolare fin quando la lama del coltello non tornerà agli antichi splendori.