Dieci consigli per risparmiare in cucina… o quasi

risparmiare consigli

Partendo dal presupposto che io sono una che fa di tutto per risparmiare ed evitare sprechi in cucina senza riuscirci veramente, nella mia mente alberga comunque la convinzione che darsi delle regole sia cosa buona e giusta e quindi condivido con voi quelli che, sempre nella mia mente e senza mai riuscirci del tutto, sono i dieci metodi migliori per evitare sprechi in cucina.

Non sono frutto di chissà quale osservazione o di chissà quale metodologia ma semplicemente si tratta di consigli e metodi talmente banali che io li dimentico spesso nonostante, ribadisco, la buona volontà; se voi sapete fare di meglio io sono qua che vi aspetto con le orecchie spalancate.

1. Fate un planning settimanale: per fare la spesa non affidatevi al caso e all’ingegno del momento ma cercate, sulle cose basilari, di stilare una lista utile in modo da andare al supermercato e non perdervi soltanto dietro alle voglie pazze. Per dire, se mangiate pane come gli uccellini non ha mica senso comprarlo tutti i giorni ma cercatene uno che regga bene per almeno 2-3 giorni in modo da utilizzarlo più a lungo possibile senza buttarlo.

2. Fate la spesa la mattina presto: questa cosa qua è parecchio inattuabile in molti casi ma se potete andate al supermercato la mattina quando avete lamente fresca e non rischiate di cedere di fronte a prodotti semplici da acquistare ma facili da non utilizzare (per esempio spezie di vario tipo che non utilizzate mai, i biscotti per la colazione che avete visto in pubblicità, etc). Se non potete andare la mattina allora andate dopo il lavoro ma con la lista della spesa preparata in anticipo. Ovviamente io non riesco manco a fare questo!

3. Non andate a fare spesa prima o dopo la palestra: prima trovereste la scusa del bisogno di qualcosa di buono da mangiare come consolazione dopo lo sforzo e dopo sentireste invece il bisogno di comprare qualcosa di inutile, e anche calorico, per reintegrare dopo lo sforzo fisico.

4. Usate il congelatore: se cucinate per un esercito non buttate gli avanzi e non metteteli da parte per mangiarli il giorno successivo perché a meno che non si tratti di pizza dubito che ne avrete di nuovo voglia a breve. Porzionate quello che è avanzato e surgelatelo. Fatelo anche se è poca roba perché poi troverete il modo di “allungarla” con altro.

5. Disponete correttamente gli alimenti nel frigorifero: se fate come me e tenete un frigorifero che quando lo aprite esplode, siete delle capre. La regola dice di assegnare ad ogni ripiano un ruolo in modo tale che gli alimenti abbiano visibilità e non finiscano nel dimenticatoio. Fate i bravi e fatelo, ne va della vostra salute mentale.

6. Cedete al fascino delle offerte solo se si tratta di vere offerte: parafrasando, fatevi i conti in tasca! Se una cassa di acqua da 1.5×6 bottiglie costa 3 euro e in offerta trovate 12 bottiglie a 9.99 della stessa acqua vi rendete conto che qualcosa non torna vero? 🙂 Se per alcuni prodotti a lunga scadenza le offerte sono spesso la soluzione contro la crisi, per i prodotti a deterioramento veloce nascondono insidie… insomma, evitate di comprare 20 pacchi di yogurt con scadenza ad una settimana solo perché costano 1 centesimo l’uno! Però se c’avete le tessere fedeltà usatele e se non ce le avete fatevele 🙂

7. Riciclate: di ogni singolo prodotto, tutto quello che potete riciclare per evitare sprechi, riciclatelo. Per dire, se metà patata è andata a male non buttate tutta la patata ma solo la metà che non si puo’ mangiare.

8. Ingegnatevi: se avete preparato del sugo ai funghi e vi è avanzato invece di buttarlo o di condire di nuovo la pasta usatelo in maniera diversa, magari con la carne o magari con un bel riso all’orientale.

9. Siate ordinati: ecco, che a dirvelo debba essere io fa parecchio strano ma è vero che se siamo più ordinati, se abbiamo gli scaffali in ordine con i prodotti in scadenza davanti e quelli a lunga scadenza dietro, con i prodotti in bella vista così da lasciarci invogliare le cose sono decisamente più semplici e gli sprechi si riducono notevolmente. Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare, almeno per me: l’ultima volta pensavo che qualcuno mi avesse rubato il pepe e invece era solo finito nascosto sotto i pacchi, ammucchiati, della pasta.

10. Fatevi una risata ed evitate di stressarvi: lo so che questo non e un consiglio ma se siete come me e vi rendete conto che tra voi e il concetto di ordine passano mari, monti e colline così come tra voi e il concetto di risparmio e spreco in cucina se vi disperate e vi sentite inetti che risolvete? Niente… e allora che vi disperate a fare? 🙂 Prendetela come va e via…

Voi ne sapete altri di trucchetti infallibili per far finta di saper fare economia in cucina? 🙂