La casalinga sopraffina, l’economia domestica a casa mia

Non so da voi ma a casa mia si lava, si stira, si pulisce e si riordina… a malavoglia ma lo si fa. Perché mi potete mettere pure tutto il giorno in cucina a sbucciare cipolle e lavare piatti sporchi e non faccio una piega ma se mi si chiede di sistemare, fare la lavatrice, stirare e pulire casa mi prende una specie di colpo ogni volta. Scuse per non farlo non ne ho e la voglia che qualcuno si infili in casa mia per pulire onestamente manco e quindi mi tocca fare pure queste cose, come tutti del resto. Memore di insegnamenti di anni e anni fa su come sistemare le cose appena lavate sullo stendino (come vedete dalla foto l’insegnamento ha dato i suoi frutti 😉 ), ho deciso che da da questa settimana parte sulla Cuochina una nuova rubrica a cadenza indefinita/imprecisata dedicata alla casalinghitudine ovvero al “come fare”, “come non fare”, “perché fare”, “perché non fare”.

In pratica per darmi una regolata e organizzarmi faccio finta di fare qualcosa di utile e metto per scritto suggerimenti e consigli su pulizie, sistemi per stirare e tutto ciò che riguarda l’economia domestica. La Casalinga Sopraffina, ovviamente! 😀 😀

Che, per inciso, chiamandosi economia non puo’ prescindere (per me almeno) dal lato economico e quindi l’idea è di passarvi suggerimenti su come tenere in ordine e pulita la casa senza svenarsi di continuo; il tutto dall’ottica di una che lavora e che quindi di tempo, esattamente come per la cucina, ne ha poco ma non vuole proprio vivere nella sporcizia e nel caos come, spero 😀 , tutti.

In poche parole e senza dilungarmi ulteriormente, io vi dico come pulisco, come smacchio, come stiro, come pulisco e che cosa utilizzo per farlo voi se vi va seguitemi e ditemi voi come fate e come non fate… che la casalinghitudine sia con noi! 😀