Come perdere peso velocemente cambiando regime alimentare e abitudini

dimagrire velocemente

Come perdere peso velocemente: se cerchi su Google l’elenco di articoli, guide e consigli per seguire diete per dimagrire in fretta è praticamente infinito. Si va da chi consiglia di assumere solo acqua per un certo periodo di tempo, a chi consiglia di mangiare solo proteine, senza dimenticare chi propone un periodo di sport folle e chi invece parla di trattamenti estetici. In realtà, siamo proprio sicuri che esistano diete che consentono di dimagrire velocemente? Non sarebbe più corretto parlare di regimi alimentari bilanciati che aiutano il dimagrimento?

In questo articolo voglio darti qualche consiglio per perdere peso in maniera ragionata, volendo anche abbastanza velocemente ma, soprattutto, qualche spunto per iniziare un percorso alimentare diverso e più equilibrato che, unito ad una sana attività fisica, ti faccia perdere peso senza farti perdere la pazienza.

Lo scopo di questo articolo è triplice:

  1. Darti delle indicazioni di massima sugli alimenti da evitare e quelli da preferire;
  2. Fornirti delle indicazioni per migliorare il metabolismo;
  3. Aiutarti a perdere peso abbastanza velocemente ma, soprattutto, a cambiare regime alimentare per stare meglio.

Pensa alle classiche diete che sono basate su pochi/zero carboidrati e pochi/zero grassi: in pratica non si assume quasi nulla, i nutrienti sono pochi e si ha sempre fame. Ecco il motivo per cui le diete falliscono e non si trasformano in regimi alimentari di routine: non si può privare il corpo di tutto, lo si deve abituare a mangiare altro e questo altro deve essere sostanzioso.

Prima di iniziare, ti ricordo che nessuno dei consigli che troverai in questo articolo è frutto di conoscenze mediche: si tratta di un regime e di accorgimenti che ho adottato io stessa, studiati con nutrizionisti e adattabili alle singole esigenze. Se hai problemi gravi di peso oppure se preferisci essere seguita/o da uno specialista, fallo.

Per iniziare, ti consiglio i seguenti libri che ti aiuteranno a comprendere meglio i meccanismi di cui sotto:

1. Eliminare o ridurre lo zucchero e i carboidrati complessi

Per perdere peso è necessario cambiare atteggiamento nei confronti del cibo e, soprattutto, imparare a capire la differenza tra il cibo di cui abbiamo bisogno e quello che ci crea piacere ma di cui non abbiamo bisogno. L’elemento di cui non abbiamo assolutamente bisogno, o di cui abbiamo bisogno in maniera estremamente moderata, è lo zucchero: lo zucchero fa aumentare l’insulina che abbiamo nel corpo e per questo motivo crea dipendenza. Inoltre, è un prodotto che non apporta alcun beneficio al nostro corpo ma, creando dipendenza, ci sembra sia indispensabile alla nostra sopravvivenza. Se vuoi perdere peso e, soprattutto, eliminare la dipendenza dallo zucchero raffinato devi togliere lo zucchero dalla tua dieta: quando si parla di eliminazione dello zucchero dalla dieta, si intende non solo lo zucchero raffinato ma anche il fruttosio (la frutta), il saccarosio e tutti i sostituti dello zucchero.

Se sei dipendente dallo zucchero, nei primi giorni avrai problemi ad eliminare questo ingrediente dalla tua dieta e potresti avere mal di testa e soffrire di stanchezza: sono gli effetti della disintossicazione, che scompariranno dopo qualche tempo. L’eliminazione dello zucchero dalla propria alimentazione non porta solo ad un calo di peso, anche veloce, ma riequilibra l’organismo e lo pulisce: scopri di più sui motivi per cui eliminare lo zucchero dalla dieta è una mossa intelligente.

I carboidrati, come gli zuccheri, vanno eliminati per permettere all’organismo di disintossicarsi. Infatti l’assunzione delle farine raffinate porta ad un aumento dell’insulina esattamente come lo zucchero, essendo questo tipo di farine piene di zuccheri: quando siamo assuefatti, sentiamo il bisogno di mangiare lievitati e fatichiamo a smettere di farlo, con conseguente aumento degli zuccheri nel sangue, in un loop costante da cui sembra difficile uscire. Bada bene: se mangi senza glutine hai lo stesso problema di assuefazione, forse anche di più, perché la carenza di glutine nelle farine viene spesso compensata da altri ingredienti contenenti zuccheri e sostanza zuccherine. Eliminare i carboidrati, o ridurli, aiuta a perdere peso velocemente e, soprattutto, disintossica il nostro organismo.
Mangiarsi una pizza una volta a settimana va più che bene: basta fare attenzione al tipo di pizza e alle farine usate, che fanno la differenza.

Riducendo zuccheri e carboidrati, diminuirà il livello di insulina presente nel sangue e questo porterà ad un cambiamento della percezione che la tua mente ha del cibo.

2. Assumere più proteine e grassi

Per perdere peso, è bene assumere più proteine sotto forma di verdure e carne: le proteine, infatti, riducono la fame, riempiono più velocemente e, stando a delle ricerche mediche, accelerano il metabolismo: questo vuol dire dimagrire e stare meglio, perché si riduce l’apporto di cibo nell’organismo.

A queste vanno aggiunte verdure che non contengono carboidrati (no alle patate, per esempio) e che, unite alla carne, consentono di ingerire il giusto quantitativo di fibre, vitamine e sali minerali utili per la salute.

I cibi da preferire sono, dunque:

  • Carne, sia rossa che bianca
  • Pesce, in special modo salmone e pesce azzurro
  • Uova intere
  • Broccoli
  • Spinaci
  • Pomodori
  • Lattuga
  • Zucchine
  • Avocado
  • Cavolo

Chi segue una dieta altamente proteica, raccomanda anche di assumere grassi così da bilanciare l’assenza di zuccheri e carboidrati: olio di oliva, burro e avocado sono gli ingredienti primari consigliati.

3. Assumere aceto di mele per stimolare il metabolismo

L’aceto di mele aiuta a dimagrire ma, soprattutto, tiene bassi i livelli di insulina che consentono di rompere i grassi e aiutano il dimagrimento. Non solo, perché l’aceto di mele è anche drenante e depurativo oltre ad essere considerato un alimento termogenico, che aiuta ad accelerare il metabolismo. Scopri di più sull’aceto di mele cliccando qui.
Questo è l’aceto di mele che consiglio io: se non lo trovi, ricordati di scegliere sempre aceto di mele con madre, non pastorizzato e non filtrato.

4. Fare sport divertendosi

Fare sport fa dimagrire ma richiede anche costanza e pazienza: devi vedere lo sport non come metodo per dimagrire, ma come metodo per stare meglio. Quando facciamo attività fisica, il nostro corpo rilascia endorfine che sono responsabili del nostro stato d’animo: è per questo che fare sport rende felici… a patto che si stia facendo qualcosa che ci piace. Non è necessariamente la palestra a farci felici ma si tratta di una scelta davvero soggettiva: potrebbe essere il nuoto, lo yoga, la corsa. Qualsiasi attività fisica, praticata con il sorriso e senza esagerare, aiuta a dimagrire e fa stare meglio. Se poi unisci all’attività fisica sauna e bagno turco per “pulire” il corpo dalle scorie, vedrai dei benefici su più livelli.

Ma quanto si dimagrisce seguendo un regime di questo tipo?

In linea di massima, la prima settimana il dimagrimento può essere anche importante perché il nostro corpo si disintossica del tutto per cui andrà a perdere i liquidi e i grassi inutili: più peso si deve perdere, più se ne perderà nel corso della prima settimana. Il dimagrimento sarà poi graduale ma, soprattutto, sarà la testa ad abituarsi al nuovo regime alimentare, a non soffrire e anzi a provare piacere nell’assumere un certo tipo di alimenti rispetto ad altri.

[NB: Nessuna informazione contenuta in questo post può essere considerata frutto conoscenze mediche ma solo della diretta esperienza della titolare del blog. Si raccomanda dunque di consultare sempre uno specialista nel caso in cui si abbiano problemi di salute e/o si stiano assumendo farmaci]